Trend

Vauro attacca Meloni: “Nessuna solidarietà a leader di un partito razzista”. E lei querela

Il disegnatore, a Diritto e Rovescio, attacca la leader di Fratelli d’Italia, commentando le dichiarazioni di Giovanni Gozzini. La replica su Facebook: “Ci vediamo in tribunale”

Vauro Giorgia Meloni

Botta e risposta a distanza tra Vauro Senesi e Giorgia Meloni. Oggetto del contendere l’ormai notissima e discussa dichiarazione del professor Giovanni Gozzini, che ha dato della “vacca” e della “scrofa” alla leader di Fratelli d’Italia.

Ieri, alla trasmissione di Paolo Del Debbio, su Rete 4, Vauro è tornato su quelle parole, esprimendo un concetto che ha fatto molto discutere, provocando la reazione sdegnata dello stesso conduttore e, a seguire, la risposta di Giorgia Meloni, che pochi minuti fa sulla sua pagina Facebook ha annunciato querela. Ma andiamo con ordine. Cos’ha detto Vauro in diretta tv?

Sono colpito in negativo dalle espressioni utilizzate dal professore. La Meloni è stata ingiustamente offesa, ma quando Liliana Segre è andata in Senato a istituire la commissione contro l’odio, tutta l’aula si è alzata in piedi, tranne i senatori di Fratelli d’Italia e Lega. La Meloni è leader di un partito che ha cavalcato la xenofobia e il fascismo e io non do alcuna solidarietà”.

Queste sono le parole esatte utilizzate dal vignettista, che non ha mai fatto mistero delle sue ideologie politiche in aperto dissenso con la destra sovranista rappresentata da Meloni.

Del Debbio manifesta tutta la propria contrarietà nei confronti delle parole di Vauro, contro cui si scatenano le reazioni anche di Cruciani. Ne nasce un acceso diverbio, animato dallo stesso Vauro, contro cui si scagli Del Debbio.

Qui stanno continuando a urlare non vi sente più nessuno, rompete i coglioni a me e non si viene in trasmissione a rompere i coglioniTe l’ho già detto un’altra volta, potrebbe essere l’ultima”.

Ma la polemica non si esaurisce lì ed esonda oggi sui social con la replica, attesa, della diretta interessata. Che su Facebook risponde così a Vauro, manifestando l’intenzione di denunciare il disegnatore:

“Non ho alcun interesse alla solidarietà di un personaggio come Vauro, ma per le sue dichiarazioni diffamanti rivolte verso Fratelli d’Italia in TV ne risponderà legalmente. Non sono più disposta a tollerare questo tipo di diffamazione nei confronti miei e del partito di cui sono Presidente.”

Non ho alcun interesse alla solidarietà di un personaggio come Vauro, ma per le sue dichiarazioni diffamanti rivolte…

Pubblicato da Giorgia Meloni su Venerdì 26 febbraio 2021

Dalla radio al tribunale, passando per la tv, il passo è come sempre breve.