Opinioni

Tommaso Paradiso e la vera storia della fine dei Thegiornalisti

dipocheparole|

tommaso paradiso thegiornalisti cop

Ieri Tommaso Paradiso ha postato un messaggio su Instagram per spiegare lo scioglimento del suo gruppo, i Thegiornalisti dopo aver comunicato le sue intenzioni agli altri due componenti, il chitarrista Marco Rissa e il batterista Marco Primavera: «È stata una fantastica avventura che ci ha portato fino al Circo Massimo. Ma sapete meglio di me o come me che le storie nella maggior parte dei casi non sono eterne».

Il Messaggero però oggi riporta le parole del chitarrista Marco Rissa, il quale racconta una storia molto diversa da quella del cantante e compositore dei brani, smentendo anche la fine del gruppo: «È Tommaso che ha deciso di andar via, i Thegiornalisti in qualche modo continueranno. Abbiamo degli inediti, avevamo firmato un contratto discografico per due album con Universal. Non sappiamo bene cosa succederà ora»; «È una decisione che ha preso solamente lui per questioni economiche. Da quando nel gruppo sono cominciati a girare un po’ di soldi lo abbiamo visto cambiato, più legato al denaro», è la risposta di Rissa, a caldo, «crede che forse come Tommaso Paradiso guadagnerà di più. Negli ultimi mesi avevamo pianificato il nostro futuro. Al Circo Massimo eravamo in pace. E anche a Verona: quella al Power Hits Estate è stata la nostra ultima esibizione. Siamo stati anche a cena insieme. Forse Tommaso ha finto, oppure ha preso la sua decisione dopo». Rissa lo scrive anche su Instagram:

tommaso paradiso thegiornalisti 5

I due hanno intenzione di continuare come Thegiornalisti: «Si puntava a fare gli stadi nell’estate del 2021. Ora dobbiamo trovare un altro cantante. I Thegiornalisti sono Rissa,Primavera e Paradiso. Nel momento in cui uno dei tre decide di andarsene, gli altri non possono smettere». Insomma, Paradiso come Roger Waters con i Pink FloyNO, NON PROPRIO. Intanto Ernesto Assante su Repubblica dice che il prossimo frontman di Thegiornalisti potrebbe essere Leo Pari, uno degli autori e musicisti più apprezzati della nuova scena italiana, amico e collaboratore della band

Leggi anche: Il paradosso della democrazia? Farsela spiegare da Davide Casaleggio sul Corriere