Attualità

Tiziana Santaniello: la candidata M5S e la comunità Sahaja Yoga

tiziana santaniello

Daniele Autieri su Repubblica oggi ci racconta della candidatura di Tiziana Santaniello, che di mestiere fa la consulente finanziaria ma è anche membro della comunità Sahaja Yoga; il quotidiano pubblica un messaggio comparso nel gruppo whatsapp della comunità:

«La proposta – spiega il messaggio pubblicato sul gruppo whatsapp della Sahaja Yoga di Milano – le era arrivata inaspettatamente e, dopo una lunga riflessione e consulto vibratorio collettivo, ha deciso di accettare». E forse è stato proprio il “consulto vibratorio collettivo” ad avere convinto Tiziana Santaniello a sobbarcarsi l’onere di correre per il collegio di Milano 2, una decisione salutata con giubilo da chi le è più vicino.

«Cari fratelli e sorelle – proclama il messaggio – vorremo darvi una grande notizia, non per aprire un dibattito politico o cercare di influenzare le opinioni sacrosante che ognuno di noi ha, ma per dire che una nostra cara sorella, Tiziana Santaniello di Milano, è stata candidata al Senato della Repubblica Italiana nelle prossime elezioni!». «Va da sé – prosegue il messaggio – che questa è un’occasione davvero unica che è capitata per portare un barlume di luce nel mondo della politica italiana, che ne ha sicuramente bisogno in questi tempi di grande confusione e cambiamento».

Un’occasione unica per la politica italiana ma anche per il Sahaja Yoga, l’organizzazione fondata da Sri Mataji Nirmala Devi, la santona che il 2 dicembre del 1979, a Londra, dichiarò ai suoi seguaci di essere la madre divina incarnata sulla terra:

Da allora ad oggi il suo “yoga spontaneo” si è diffuso in tutto il mondo, e anche in Italia, nonostante il Consiglio di Stato gli abbia negato il riconoscimento della personalità giuridica. «Le risultanze acquisite – si legge nella sentenza del 2014 – evidenziano la carenza di requisiti soggettivi (affidabilità ed integrità) in capo a vari responsabili delle comunità locali». Secondo il Consiglio di Stato, sono 1.600 gli adepti italiani, riuniti nell’associazione “Vishwa Nirmala Dharma – La pura religione universale”.

Una disciplina che affonda le sue radici nell’India da cui ha ereditato elementi di grande fascino come i percorsi di crescita interiore e di risveglio delle proprie energie, ma anche pratiche quantomeno lontane dalle prassi occidentali. Tra queste, si legge ancora sul sito del Sahaja, la cura del cancro o dell’Aids attraverso la meditazione. Teorie abbastanza avventurose, almeno per una potenziale senatrice della Repubblica Italiana, forte tuttavia del sostegno di una comunità compatta e pronta a guardare oltre le bandiere ideologiche.

A differenza di quanto scritto da Repubblica, però, sul sito Sahaja Yoga Italia non si trovano risultati su AIDS e cancro. Queste si trovano in altri siti collegati come questo:

sahaja yoga cancro aids

Ma anche qui o qui.

EDIT: “Apprendo in queste ore da alcuni media nazionali notizie false sulle motivazioni della mia scelta di candidarmi alle prossime elezioni con il MoVimento 5 stelle di cui semplicemente condivido i punti del programma politico. Sono allibita degli attacchi strumentali che sto ricevendo dalla stampa. Pratico da anni yoga con grande soddisfazione personale, e ci tengo a precisare che sul sito ufficiale dell’associazione Sahaja Yoga non vi è in alcun punto scritto che lo yoga possa guarire il cancro o l’Aids, come falsamente affermato da Repubblica”. Lo afferma la candidata al Senato con il M5s Tiziana Santaniello che precisa: “neanche io penso che lo yoga possa guarire queste malattie”. Nella nota annuncia poi che intende lasciare all’associazione Sahaja “la scelta di difendersi nelle sedi opportune”.

Leggi sull’argomento: Quando Barbara Lezzi raccontava di prendere 14mila euro al mese