Attualità

Test salivari e di gruppo per gli studenti: così verrà contenuto il contagio a scuola?

A cosa serviranno i test salivari rapidi di gruppo a scuola? Verrà analizzata la saliva depositata dagli studenti in unico contenitore. In 20 minuti si avrà il primo esito: se il risultato dei test sarà negativo non ci saranno altri controlli

mascherine chirurgiche a scuola sospensione

A cosa serviranno i test salivari rapidi di gruppo a scuola? Verrà analizzata la saliva depositata dagli studenti in unico contenitore. In 20 minuti si avrà il primo esito: se il risultato dei test sarà negativo non ci saranno altri controlli, altrimenti si scaverà più a fondo con i tamponi individuali in questo modo si potranno testare grandi gruppi di studenti in poco tempo. Il Ministero della Salute, spiega il Messaggero, ha già inviato una richiesta al Comitato tecnico scientifico

Si possono usare i test salivari rapidi a scuola, quelli che in poco tempo danno un responso e consentono di analizzare la presenza del coronavirus a gruppi, dunque con una velocità che non esiste con altri sistemi? Il Cts sta analizzando i vari sistemi, ma l’orientamento che ormai traspare, da più fronti, è quello di utilizzare in modomassiccio questo tipo di tamponi. Stanno dimostrando affidabilità e tagliano drasticamente i tempi di attesa rispetto al tampone molecolare o ai test sierologici. Anche all’Istituto Spallanzani di Roma, le verifiche sui tamponi salivari sono in corso e saranno concluse entro la fine del mese. La prudenza è obbligatoria, però i primi risultati sembrano molto confortanti. Per le scuole sarà una rivoluzione perché i test salivari velocizzano moltissimo i tempi, come ha spiegato anche il professor Massimo Galli, del Sacco di Milano. Perché tutto diventa più rapido e meno invasivo? Ipotizziamo che in una scuola ci sia un bambino positivo. A quel punto ai compagni di classe, con un banalissimo prelievo di saliva, si fanno i tamponi antigenici e in 15-20 minuti si hanno i risultati. Non solo: nelle altri classi, per prudenza, si può raccogliere la saliva per gruppi e verificare, in pochi minuti, se c’è la presenza di Sars-CoV-2. Se nelle provette di gruppo delle classi A, B, C, D, E e F non compare il coronavirus le verifiche finiscono lì, se invece nella provetta della classe G invece se ne rileva la presenza, allora a quel punto si procede con i tamponi su ogni singolo studente. Qual è il vantaggio del salivare? Sono vari: se parliamo di bambini, rispetto al tampone rapido in cui si inserisce un bastoncino nel naso, è meno fastidioso; inoltre, il fatto che si possa analizzare per gruppi, incrementa notevolmente la possibile copertura.

test salivare di gruppo a scuola

Il test salivare non va confuso con il sierologico: è invece una evoluzione del tampone antigenico in uso negli aeroporti.

Leggi anche: Perché la febbre va misurata al bambino prima di uscire di casa?