Sport

La rabbia della tennista Simona Halep, sospesa per doping: "Mi sento confusa e tradita"

Asia Buconi|

simona halep

La tennista rumena 31enne Simona Halep, oggi numero nove del ranking, è stata provvisoriamente sospesa ai sensi dell’articolo 7.12.1 del Programma antidoping del tennis 2022 (TADP): lo ha confermato l’Agenzia internazionale per l’integrità del tennis (ITIA). L’ex numero uno del mondo ha infatti fallito i test agli Us Open nell’agosto 2022 per il Roxadustat, farmaco anti-anemia che favorisce la produzione di eritropoietina (Epo), emoglobina e globuli rossi. La sostanza in questione compare nell’elenco delle sostanze proibite della Wada, l’Agenzia mondiale Antidoping.

La difesa social di Simona Halep: “In tutta la mia carriera non ho mai pensato di barare”

Immediata la difesa sui social della tennista Halep, che si è detta estranea ai fatti e pronta a dimostrare di non aver mai utilizzato alcuna sostanza proibita. L’atleta 31enne ha scritto: “Oggi inizia il match più difficile della mia vita: una battaglia per la verità. In tutta la mia carriera non mi è mai passata per la testa l’idea di barare perché è del tutto contro i valori con cui sono stata educata. Nel trovarmi di fronte a questa situazione mi sento del tutto confusa e tradita […]. Non è questione di trofei o denaro, ma di onore e dell’amore che provo per il tennis da 25 anni”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Simona Halep (@simonahalep)