FAQ

Dal 30 dicembre servirà il Super Green Pass per entrare in palestra

L’allargamento delle attività per cui sarà necessaria la vaccinazione è stato inserito all’interno del dl festività

Super Green Pass palestre

Non basterà più presentare l’esito negativo di un tampone (effettuato nell’arco delle 48 ore precedenti) per poter accedere a diverse strutture e attività. Questo è quanto è stato deciso ieri dal Consiglio dei Ministri che, dopo aver analizzato le indicazioni giunte dalla cabina di regia, ha discusso e licenziato il cosiddetto dl festività che fornisce nuove regole e nuove restrizioni strettamente legate all’aumento dei contagi da Sars-CoV-2 in Italia. Tra i provvedimenti che modificano lo status quo in modo più imponente c’è l’introduzione del super green pass palestre.

Super Green Pass palestre, cosa cambia col dl festività

Il dl festività, infatti, ha esteso le attività per cui occorrerà essere in possesso della vaccinazione e dove non basterà più solamente la certificazione verde base, cioè quella da temporanea da tampone negativo. E in questo spettro sempre più ampio si inseriscono anche le palestre, le piscine al chiuso (ovviamente, vista la stagione invernale), ma anche gli sport di squadra. Insomma, per poter fare una qualsiasi attività fisica al di fuori della corsa o di quella singola all’aria aperta si dovrà per forza essere immunizzati contro il Covid. Come spiega il quotidiano La Repubblica:

Il decreto allunga pure la lista dei luoghi in cui sarà richiesto il Green Pass rafforzato rilasciato a chi è vaccinato o guarito dal Covid. Per entrare in musei e luoghi di cultura, palestre e piscine, svolgere allenamenti di sport di squadra, nei centri benessere al chiuso e nei centri termali

Dall’obbligo, però, sono depennati i minori di 12 anni e – ovviamente – tutti quei cittadini che hanno un certificato di esenzione vaccinale. E il provvedimento che riguarda il super Green Pass palestre prenderà il via da giovedì 30 dicembre, a cavallo tra le festività natalizie e quelle per il capodanno. Il Corriere della Sera – in attesa del testo ufficiale del dl festività che dovrebbe essere pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale -, invece, parla del 10 di gennaio come data di entrata in vigore di queste novità.

Poi, dal prossimo 1° febbraio, ci sarà la riduzione della validità della certificazione verde rafforzata che passerà dagli attuali 9 mesi ai 6. Il governo ha deciso di differire l’entrata in vigore di questa modifica per consentire e dare tempo a tutti coloro i quali non hanno ancora prenotato il richiamo.

(foto ipp/clemente marmorino)