Economia

Stralcio cartelle sotto i 5 mila euro: cosa succede con il Dl Sostegno

Il dossier allo studio del governo per il Dl Sostegno prevede l’ipotesi della cancellazione di 60 milioni di cartelle esattoriali sotto i 5 mila euro. I requisiti

stralcio cartelle 5mila euro

Stralcio per le cartelle con un importo fino a 5mila euro: ma non solo. Sarebbero 60 milioni le cartelle esattoriali che usufruirebbero con il Dl sostegno dello stralcio, sanzione e interessi inclusi per gli anni che vanno dal 2000 al 2015 secondo le ipotesi contenute nel dossier allo studio del governo; inoltre l’invio di nuove cartelle esattoriali verrebbe prorogato fino al 30 aprile, così come i pagamenti della ‘rottamazione ter’ e del ‘saldo e stralcio’ previsti dai dl fiscali dei precedenti governi.

Stralcio cartelle sotto i 5 mila euro: cosa succede con il Dl Sostegno

Si tratta di una misura che se confermata, avrebbe un costo pari ad un miliardo nel 2021 e un miliardo nel 2022. Inoltre, secondo lo schema, sono oltre 130 milioni le cartelli ad oggi nel ‘magazzino’. Spiega Il Sole:

A conti fatti significherebbe stralciare e quindi azzerare 60 milioni di cartelle, ossia il 46% dei 130 milioni di ruoli oggi in pancia ad Agenzia delle Entrate Riscossione (Ader). Una misura che andrebbe a vantaggio di tutti i contribuenti, siano essi persone fisiche o partite Iva come imprese o professionisti.

Il dl ristori dovrebbe, secondo quanto annunciato anche dal ministro dello Sviluppo Economico Giorgetti, vedere la luce la prossima settimana: “Il Mise sta conducendo in questi giorni le interlocuzioni necessari con gli altri dicasteri, in particolare Mef che è deputato a redigere il provvedimento (dl sostegno ndr), che avrà i requisiti d’urgenza e che auspicabilmente vedrà la luce entro prossima settimana”. Per quanto riguarda lo stralcio delle cartelle sotto i 5mila euro che sono di fatto inesigibili, intasano il magazzino e frenano la riscossione, però non ci sarebbe ancora intesa tra le forze politiche in maggioranza, non tutte d’accordo su un provvedimento che potrebbe apparire alla stregua di un condono.