Opinioni

La storia del gatto di Marine Le Pen divorato dal dobermann del padre

Della storia ha parlato oggi l’Express: Marine Le Pen ha acquistato da poco una bella residenza a Le Celle-Saint-Cloud, comune francese di ventimila abitanti situato nel dipartimento degli Yvelines nella regione dell’Île-de-France. Una grande casa dove si possono anche fare ricevimenti, che ha consentito al presidente del Front Nationale di andarsene da Montretout a Saint Cloud, dove viveva in una dependance vicina alla casa principale, nella quale abitava il padre Jean Marie Le Pen. Nello stesso articolo del settimanale si racconta di un episodio increscioso accaduto a Montretout, che avrebbe spinto Marine a lasciare casa. Una delle sue gatte, una bengalese, è stata uccisa e divorata da uno dei cani dobermann del padre.

Marine Le Pen con uno dei suoi gatti (foto da Bfmtv.com)
Marine Le Pen con uno dei suoi gatti (foto da Bfmtv.com)

I cani di Jean-Marie Le Pen vivono ancora a Montretout, anche se il fondatore del FN dimora invece a Rueil-Malmaison (Hauts-de-Seine). Nella dependance di Marine verrà presto a stabilirsi sua nipote Marion Maréchal-Le Pen (nata il 10 dicembre 1989 ae divenuta a 22 anni la più giovane deputata della storia della Quinta Repubblica) che di recente ha partorito e si stabilirà in casa Le Pen con il marito. Ed ecco come presenta oggi la storia Il Giornale:
marine le pen gatto