Opinioni

Lo stop a co.co.co. e co.co.pro. nel pubblico impiego dal 2017

Niente più co.co.co e co.co.pro a partire dal 2017 nel pubblico impiego e tutele ai precari storici. Ad affermarlo è il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, a margine di un convegno sulle società pubbliche e i servizi pubblici locali organizzato dall’associazione Prodemos. «Dopo il 2017 si fanno i concorsi e ricominciamo da un approccio sano di entrata nella pubblica amministrazione», ha sostenuto Madia spiegando che «nel Jobs act diciamo: niente più co.co.co e co.co.pro, ci devono essere delle forme di lavoro tutelate e, soprattutto nel pubblico, dobbiamo iniziare a ripartire da un accesso sano. Ovviamente – ha precisato – ci sono situazioni di precariato storico che verranno in qualche modo tutelate, vedremo come ma non si può andare avanti così, ce lo chiedono le persone stesse». Quanto al decreto attuativo del Jobs act, Madia ha fatto riferimento in particolare ad un punto specifico (articolo 47) “che è quello dei co.co.co che sono solo nel pubblico”.