Attualità

Stephan Balliet: il neonazista che ha sparato contro la sinagoga di Halle

stephan balliet 1

Stephan Balliet, 27 anni, è l’attentatore di Halle che ha sparato davanti alla sinagoga e ha messo un ordigno nel cimitero ebraico. Lo si vede nei video, almeno tre per un totale di circa 20 minuti, che lui stesso ha girato con la minitelecamera fissata sull’elmetto e trasmesso online.

Stephan Balliet: il neonazista che ha sparato contro la sinagoga di Halle

Le riprese iniziano nell’auto in cui si vede un piccolo arsenale, un laptop e una macchina fotografica. In una sorta di prologo, in inglese, Balliet seduto al volante si presenta: “Hey, mi chiamo Anon e non credo che l’Olocausto sia avvenuto“. Capelli rasati, giubbotto marrone e un foulard bianco con dei disegni al collo, il giovane – che risiederebbe in Sassonia-Anhalt, la regione dove si trova Halle – indica il femminismo come la causa del calo dei tassi di nascita in Occidente che ha aperto le porte all’immigrazione di massa. E prima di passare all’azione urla: “La radice di tutti i problemi sono gli ebrei”. La ripresa documenta il fallito tentativo di entrare nella sinagoga cercando di sfondare la porta con un’arma da fuoco e ordigni artigianali. E in sottofondo la sua delusione: “Merda, non si entra”. Le immagini mostrano poi, sempre con un ripresa in prima persona, come il giovane spari diversi colpi contro una passante, uccidendola. Poi risale in auto, chiaramente frustrato: “Accidenti, sono un fallito!”.

Appena intravede un negozio di kebab, il terrorista parcheggia, entra nel locale e spara alle persone all’interno. Un uomo, la seconda vittima, viene colpito a morte. La ripresa mostra che solo grazie all’arma che si inceppa diverse volte non ci sono state più vittime. Il filmato, che era stato postato sulla piattaforma di video online Twitch (poi rimosso), è stato scoperto da ricercatori dell’“International Centre for the Study of Radicalization” del Londoner King’s College, riferisce il sito del settimanale tedesco Die Zeit fornendo una sintesi delle riprese.

Stephan Balliet: il video su Twitch dell’attentatore di Halle

E’ stato visto da 2.200 persone il video dell’attacco contro la sinagoga a Halle, in Germania, portato avanti da un giovane neonazista. L’obiettivo era di mettere in atto una strage nel giorno di Yom Kippur, la principale festivitàebraica. Proprio come il suprematista della strage di Christchurch, in Nuova Zelanda, al grido di “gli ebrei sono la causa di tutti i mali”, l’assalto è stato filmato e trasmesso in diretta per 35 minuti sulla piattaforma videoludica Twitch. “In rete e’ apparso un documento Pdf che sembra essere il manifesto dell’attentatore di Halle, Stephan Balliet”, scrive Rita Katz su Twitter. Un manifesto che mostra “immagini delle armi e delle munizioni utilizzate e dei riferimenti al live stream” del video realizzato durante l’attacco. E vi sono appunto anche dichiarazioni come quella del volere “uccidere il maggior numero di ebrei”.

Lui intanto si sarebbe sparato alla gola. Gli inquirenti, a causa di questa ferita, ritengono che l’uomo abbia cercato di suicidarsi prima di essere arrestato. Lo stesso Balliet – che pesantamente armato e vestito in mimetica ha ucciso due persone nella città della Sassonia-Anhalt dopo aver tentato un assalto con tanto di esplosivi alla sinagoga – è comunque in grado di parlare e avrebbe già fatto delle dichiarazioni in merito all’attentato. Il ferimento grave di due persone durante l’azione dell’estremista sarebbe da mettere in relazione, scrive la Faz, con il tentativo dell’uomo di rubare un’automobile.

Leggi anche: La sparatoria davanti alla sinagoga di Halle e la bomba sul cimitero ebraico