Fatti

Lo spot delle autorità ucraine per chiedere all’Europa l’embargo del gas russo | VIDEO

Un video diffuso dalle autorità ucraine per chiedere all’Europa di sanzionare la Russia con l’embargo a gas e petrolio mostra come il Cremlino finanzi la guerra con i soldi dei carburanti

sopt ucraina embargo gas petrolio russo

Uno spot delle autorità ucraine chiede all’Unione europea di sanzionare la Russia con l’embargo al gas e al petrolio di Mosca, tracciando un parallelismo tra l’acquisto di carburante al distributore e gli effetti che quel trasferimento di denaro ha in ucraina: missili lanciati su palazzi, carri armati che si muovono nelle strade, civili massacrati. “Il gas e il petrolio russi non si pagano in euro o in rubli – si legge nel breve filmato – ma con le vite di altri europei come te. Soltanto tre paesi hanno avuto il coraggio di rifiutarsi di finanziare questo genocidio: Estonia, Lettonia e Lituania. Ma gli altri?”.


“C’è ancora abbastanza coraggio in Europa per fermare il genocidio in Ucraina?”, si chiedono le autorità di Kyiv. La risposta l’ha data ieri – parzialmente – il Parlamento europeo, che ha votato a larghissima maggioranza una risoluzione per impegnare la Commissione guidata da Ursula von der Leyen ad inasprire ulteriormente le sanzioni alla Russia con un embargo su petrolio, carbone, combustibili nucleari e gas russi. “Le misure – ha spiegato l’eurocamera – dovrebbero essere accompagnate da un’azione volta a continuare ad assicurare la sicurezza dell’approvvigionamento energetico dell’UE nel breve termine”.