Attualità

Rivotril, Suboxone, Contramal: gli spacciatori di psicofarmaci a Roma

neXt quotidiano|

Rivotril, Suboxone, Contramal

Rivotril, Suboxone, Contramal sono psicofarmaci, il primo a base di benzodiazepina, utilizzati per combattere l’ansia o l’epilessia, ma associati all’alcol, presi in dosi massicce o mixati con altre sostanze hanno effetti devastanti, simili all’eroina. A Roma, racconta oggi il Messaggero, ormai sono spacciati come droghe qualsiasi, low cost (perché costano molto meno della coca o dell’eroina), facilmente reperibili, smerciate soprattutto tra gli extracomunitari e i senzatetto che gravitano intorno alla stazione Termini e all’Esquilino. I nuovi pusher si spostano velocemente tra le diverse “piazze”, dalla “villetta” dei giardini Einaudi a via Giolitti, vicino alla paninoteca, poi fin sotto le mura di San Lorenzo, nel “parcheggio del crack” all’inizio della via Tiburtina, allungando la“ronda” fin nel cuore di piazza Vittorio, dentro ai giardini.

spaccio psicofarmaci roma
Lo spaccio degli psicofarmaci a Roma (Il Messaggero, 21 gennaio 2019)

Il fenomeno, spiega il quotidiano, ha conosciuto un boom negli ultimi mesi ed è accompagnato da misteriosi furti di ricettari o da timbri medici taroccati ad arte per poter entrare in farmacia e richiedere il farmaco con l’esenzione, a costo zero. Uno spacciatore arrestato all’inizio dell’anno aveva rubato il ricettario in bianco lasciato incustodito nell’auto da un medico durante una visita domiciliare. Dopo la Befana, gli investigatori dell’Arma avevano sequestrato un’autentica “farmacia supefacente”, gestita on the road tra piazza dei Cinquecento e piazza della Repubblica, da un egiziano senza fissa dimora di 19 anni.

Leggi sull’argomento: Celeste D’Arrando: la deputata M5S e la casa popolare con lo sconto