Fatti

Europee Intenzioni di voto – La media dei sondaggi dal 24 al 30 marzo

La media dei sondaggi sulle intenzioni di voto per le elezioni europee della settimana. Con alcuni segnali da tenere d’occhio

Europee Intenzioni di voto:  la media dei sondaggi dal 24/3 al 30/3 2019. Istituti considerati : Swg, Winpoll, Bidimedia, Index, Tecnè, Emg, Demopolis, Noto.

Europee Intenzioni di voto:  la media dei sondaggi della settimana

Settimana senza variazioni rilevanti ma con alcuni segnali da tenere d’occhio. La Lega si conferma al 33 % , prima in assoluto e a più di dieci punti di distanza dagli altri principali partiti , M5s e Pd. Alcuni sondaggi segnalano però uno stop nella crescita e un trend che potrebbe volgere al negativo nelle prossime settimane. Il M5S e il PD sono praticamente alla pari ( considerando il margine di errore nella determinazione dei dati ) intorno al 21 %.Entrambi i partiti dovranno cercare di dare slancio e rivitalizzare il proprio trend: il partito di Di Maio per frenare la costante discesa che lo accompagna dall’autunno 2018 , i dem per prolungare l’ “effetto Zingaretti “. I cinquestelle cercheranno di trarre vantaggio dalla “ Commissione Banche “ potendo godere di una presenza massiccia sulle tv nazionali, mentre è probabile che i democratici si rivolgeranno alle piazze e a chi è animato da spirito europeista affidandosi al nuovo simbolo con “ Siamo Europei “
Piccolo passo indietro per Forza Italia questa settimana, sempre vicina al 10% mentre rimane stabile sugli stessi valori delle politiche dello scorso anno Fratelli d’Italia. PiùEuropa mantiene il 3% in attesa di vedere l’effetto dell’alleanza con “Italia in Comune “ di Federico Pizzarotti. Il magma di partiti di sinistra in cerca ancora di una collocazione è valutato intorno al 3 % , mentre sembra aver perso un po’ di appeal “ Potere al Popolo “ fermo all’1,6%.

Lega 33 %
M5S 21, 3 %
Pd 20,9 %
FI 9,7 %
FDI 4,4 %
+Europa 3%
Pap 1,6 %

Leggi sull’argomento: Oscar Giannino pignorato