Opinioni

Sondaggi, Di Maio cala per l’accordo con la Lega

sondaggi di maio

Enzo Risso di SWG pubblica oggi sul Messaggero un sondaggio che racconta la popolarità dei leader dopo la svolta del governo Lega-M5S e spiega quali sono le priorità dell’elettorato per il nuovo esecutivo. Dai conti di SWG risulta che la popolarità di Di Maio rispetto al suo elettorato è in picchiata a causa dell’accordo con la Lega:

Silvio Berlusconi è il leader che ha pagato il maggior prezzo. Se già ad aprile solo il 17% degli italiani gli conferiva un voto tra il 7 e il 10, a maggio la quota è scesa al 12%. Anche Di Maio ha perso qualche cosa. In aprile, in media, il 26% degli italiani gli assegnava un voto tra il 7 e il 10, mentre oggi la quota è scesa al 23%. Le critiche al leader pentastellato, però, sono arrivate soprattutto dalla sua base, con un calo di 14 punti (dal 74% al 60%).

Salvini, invece, ha migliorato le performance passando dal 30% al 36% dei voti tra il 7 e il 10. La realizzazione dell’accordo di governo è una strada in salita. A rendere complessa l’intesa sono, innanzitutto, le aspettative dei reciproci elettorati. La distanza più evidente è sul tema dell’immigrazione, che è al primo posto per i leghisti (55%) mentre è molto più in basso per i grillini, con 30 punti di differenza (25%).

sondaggi di maio
Il Messaggero, 12 maggio 2018

Per i pentastellati le priorità dell’agenda governativa sono i provvedimenti anticasta: dimezzamento degli stipendi dei parlamentari (37%) e taglio delle maxi pensioni(35%). Il reddito di cittadinanza, per gli elettori M5s, si colloca al sesto posto (21%), insieme al taglio degli enti inutili. I supporter della Lega, invece, chiedono a gran voce anche la riduzione graduale della pressione fiscale (37%) e l’abolizione della Legge Fornero (35%).

I temi su cui vi è una sostanziale convergenza tra i due blocchi sociali sono, pertanto, di due tipologie: ridurre le tasse (che interessa anche al 32% dei grillini) e investire sul lavoro.

Anche il sondaggio di IPSOS illustrato oggi da Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera mostra un deciso calo nella popolarità di Di Maio tra gli elettori a 5 Stelle: un terzo di loro gli assegna un voto insufficiente.

sondaggi di maio 1

Leggi sull’argomento: Il caso Meloni nel governo Lega-M5S