Sport

Le lacrime di Sergio Aguero che dice addio al calcio per un problema cardiaco | VIDEO

Il campione argentino Sergio Aguero dice addio al calcio a 33 anni: in una conferenza stampa al Camp Nou di Barcellona ha annunciato la sua decisione dopo i problemi cardiaci accusati in campo lo scorso 30 ottobre

sergio aguero barcellona addio al calcio

Ora è ufficiale: Sergio Aguero dice addio al calcio. Lo fa in una conferenza stampa al Camp Nou accanto al presidente del Barcellona Joan Laporta, trattenendo a stento le lacrime. A 33 anni appende gli scarpini al chiodo per un problema cardiaco che lo scorso 30 ottobre l’aveva costretto ad abbandonare il campo durante una partita contro l’Alaves. “È un momento molto difficile – ha detto il fuoriclasse argentino – però sono felice della decisione che ho preso per il bene della mia salute. Le cose succedono per una ragione. Grazie al club che mi ha accolto benissimo, a chi è oggi qui che mi è sempre stato vicino. Alla mia famiglia, alla mia Nazionale. Credo di aver preso la decisione giusta, ho cercato di fare il possibile per aiutare i miei compagni a vincere. Grazie ancora a chi mi ha aiutato a crescere negli anni”.

L’addio al calcio di Sergio Aguero per un problema cardiaco

Visitato e tenuto in cura dal dottor Josep Brugada, è emerso che l’aritmia che l’aveva colpito è di natura maligna: per questo motivo i medici gli hanno suggerito di interrompere la carriera per evitare conseguenze peggiori. “Ho preso la decisione 10 giorni fa – prosegue Aguero – ma ho fatto di tutto per vedere se c’era qualche speranza. Purtroppo non erano molte. Lascio a testa alta. Non so ancora cosa succederà nel futuro, ma so di avere al fianco gente che mi vuole bene. Grazie anche ai giornalisti, ai tifosi di tutti i club in cui ho giocato. Porterò dentro ricordi molto belli, anche dell’ultimo periodo”. Ad ascoltare il suo discorso commosso tra il pubblico in tribuna al Camp Nou c’era anche Pep Guardiola, che lo ha allenato al Manchester City. È stato acquistato la scorsa estate dal Barcellona, ma un problema muscolare lo aveva tenuto fuori nella prima parte della stagione. A ottobre ha giocato appena cinque partite prima dello stop forzato in seguito all’episodio contro l’Alaves.