Opinioni

I selfie con le macerie dei turisti a Castelluccio di Norcia

Libero scrive oggi che a Castelluccio di Norcia qualche simpatico turista si sta dedicando alle fotografie in mezzo alle macerie delle case, come ai tempi del Costa Concordia. A raccontarlo al quotidiano è Augusto Coccia:

«Noi siamo in pochi e quando cala la notte non possiamo organizzare dei turno di guardia e tenere sotto controllo le macerie. C’è bisogno di pensare alla sicurezza perché nonostante siamo parzialmente isolati, c’è sempre un viavai di persone». Lo ha raccontato Augusto Coccia, agricoltore e castellucciano doc. «L’altro giorno erano qui quelli del Soccorso Alpino che avevano iniziato a lavorare al ripristino di alcuni fontanili per le pecore a valle, ma ieri» continua Coccia «non si è visto nessuno, a parte gruppi di turisti che salgono, nonostante le strade siano interrotte e vengono a farsi i selfie in mezzo alle macerie delle case. Ho litigato con alcuni di loro, ma non ho certo io l’autorità per fermarli. Serve che qualcuno ci aiuti e ci mandi un servizio di guardia».

castelluccio-di-norcia

Leggi sull’argomento: Castelluccio di Norcia, il paese che ha “dimenticato” la prevenzione antisismica