Fatti

Perché Crosetto ha provato a zittire Bonini che stava solo facendo il suo lavoro? | VIDEO

@Asia Buconi|

crosetto bonini video

Gli alfieri di Giorgia Meloni tornano a mettere in discussione la par condicio elettorale in tv. Dopo il chiacchierato caso di Elisa Anzaldo, il dibattito è tornato ad infiammarsi stamane durante il Tg1 Mattina. L’episodio in questione ha visto come protagonisti Guido Crosetto, fedelissimo della leader di FdI, e Senio Bonini, conduttore dell’edizione mattutina del tg della rete ammiraglia.

L’attrito è scoppiato durante una discussione sul Pnrr, quando Bonini ha ricordato ai telespettatori come Fratelli d’Italia avesse votato cinque volte “no” al piano di rilancio dell’economia post-Covid. Una puntualizzazione, questa, che evidentemente non è piaciuta a Crosetto, che ha gelato il presentatore di Rai 1 con un laconico “faccia il conduttore, non faccia la parte”. “Io faccio il conduttore e richiamo la memoria – la replica di Bonini – Poi le chiedo un commento”. “Non si schieri troppo”, la risposta di Crosetto.

Scontro tra Guido Crosetto e Senio Bonini: quando la neutralità mette a tacere l’informazione

Il botta e risposta tra Guido Crosetto e Senio Bonini di stamattina induce legittime riflessioni su quello che debba essere oggi (e in questo momento di campagna elettorale nello specifico) il ruolo del giornalista. La presunta “neutralità” a cui si appellano molti esponenti politici, tra cui per l’appunto Crosetto, spesso non è altro che una richiesta di “chiudere gli occhi” di fronte a certe evidenze scomode. L’auspicio di molti, dunque, sembra essere quello di privare i professionisti dell’informazione di ogni forma di giudizio critico, di ridurli in questo modo a mere casse di risonanza, altoparlanti per la propria (e indiscutibile) propaganda.

Ma non è questo il vero compito di chi fa informazione. E lo ha ricordato bene il giornalista Rai Vittorio Di Trapani che, intervenendo in difesa di Senio Bonini dopo il siparietto di stamattina, ha sottolineato su Facebook: “I giornalisti non danno la parola, ma fanno domande, ricordano fatti, fanno fact-checking. Questo vuol dire ‘schierarsi’? Sì, ma dalla parte dell’informazione”.

Alle parole di Di Trapani, Crosetto ha risposto poco dopo su Twitter scrivendo: “Giornalismo è fare domande vere. Il conduttore dice una falsità ‘ha votato CONTRO 5 volte’. Non ha mai votato contro ma si è astenuta. Quindi il tema torna ad essere la parzialità di chi non deve esserlo”. Ma dell’astensione di FdI, come si nota dal video, Crosetto non ha mai parlato al Tg1 Mattina, dove anzi si è limitato a confermare stizzito la versione di Bonini. L’invito a tacere c’è quindi stato a prescindere da ogni circostanza o ripassino successivo da casa.