Fatti

Salvini riduce a “idee politiche” le missioni umanitarie di Gino Strada

Il criptico tweet del leader della Lega sulla morte del fondatore di Emergency con cui, in passato, non sono mancate tensioni

Salvini su Gino Strada

Oggi scopriamo che il salvare vite umane non è un gesto di solidarietà e pietas cristiana, ma una “idea politica”. A dirlo, con un brevissimo messaggio di “cordoglio” pubblicato sui suoi canali social, è Matteo Salvini parlando della morte di Gino Strada. Con il fondatore di Emergency, in passato, ci furono moltissime tensioni. Infatti, le differenti visioni del mondo (e no, non si parla di politica) tra i due erano, sono e saranno sempre distanti anni luce. Ma questo non può essere ridotto a una mera etichetta – sbagliata – agganciata a un trending topic social.

Salvini su Gino Strada, definisce il salvataggi di vite una “idea politica”

“Con la morte di Gino Strada, l’Italia perde un uomo di valore. La diversità delle idee politiche lascia spazio al cordoglio e alla preghiera”, queste le poche parole dedicate dal leader della Lega al fondatore di Emergency sul suo profilo Twitter. Certo, un messaggio distensivo arrivato solo dopo la notizia del decesso di Strada. Ma equiparare il salvataggio di vite umane a un’idea politica è quanto di più sbagliato si possa immaginare.

Insomma, ancora una volta Salvini su Gino Strada manca completamente il bersaglio. Perché il suo “cordoglio” arriva dopo una serie di liti dialettiche in cui non c’era tutto questo fair play camuffato oggi sui social. Il tutto si evidenzia in una rapida rassegna di tweet raccolti da Pietro Raffa.

“Amico dei clandestini”, “mangiatoia dell’immigrazione”. Insomma, due concetti che non sono “idee politiche”. O, almeno, questo non era lo spirito che muoveva Gino Strada che a differenza di Matteo Salvini non ha mai fatto politica e non è mai andato a caccia di voti soffiando sul vento dell’odio contro gli stranieri. Perché c’è chi ha salvato vite umane e chi si è appuntato medaglie alla giacca, senza apparenti meriti sociali.

(foto: da Instagram)