Politica

Come Salvini risponde allo stop di Draghi agli attacchi a Speranza

Ieri in conferenza stampa il presidente del Consiglio Mario Draghi ha difeso in maniera chiara ed inequivocabile il ministro della Salute Roberto Speranza, spesso attaccato dal leader della Lega Matteo Salvini. Oggi il “Capitano”, ospite di Radio Anch’io ha risposto.

speranza draghi Salvini su ius soli

Ieri in conferenza stampa il presidente del Consiglio Mario Draghi ha difeso in maniera chiara ed inequivocabile il ministro della Salute Roberto Speranza, spesso attaccato dal leader della Lega Matteo Salvini. Oggi il “Capitano”, ospite di Radio Anch’io ha risposto.

Come Salvini risponde allo stop di Draghi agli attacchi a Speranza

Cosa aveva detto ieri Draghi? Citando espressamente il leader della Lega, che lo aveva incontrato ieri ha spiegato che a Salvini “ho detto questo: ho voluto io Speranza nel governo e no ho molta stima”. Oggi il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite di ‘Radio anch’io’ su Radiouno Rai ha per l’ennesima volta ripetuto la sua versione dei fatti secondo cui “I dati scientifici e i dati medici, per fortuna, in diverse zone d’Italia permetterebbero già dal mese di aprile di ricominciare a lavorare. Se la situazione sanitaria è positiva già da aprile, cosa diciamo a queste migliaia di lavoratori? Che devono aspettare un mese perché la scienza vale quando si chiude ma non vale quando si apre? Se la scienza è scienza quando diventi zona rossa e chiudi, la stessa scienza rimane scienza quando torni zona gialla e puoi riaprire”, che è esattamente quanto afferma il ministro Speranza e il premier Draghi, con la differenza che non viene fornita alcuna data perché è inutile illudere gli italiani se non ci sono dati oggettivi. Una cosa che Salvini non dice è che Draghi è stato chiaro: le regioni riaprono se vaccinano gli anziani. Poi l’ex ministro dell’Interno ha parlato di Speranza, rimanendo molto sul vago: – “Non mi interessa la polemica personale” con il ministro della Salute, Roberto Speranza, “ho un altro approccio, le mie valutazioni le tengo per me”, ma “io ho fiducia in Draghi e soprattutto ho fiducia negli italiani. Dal ministro della Salute -ha aggiunto- mi aspetto lo stesso rigore che ha applicato alle chiusure, quando i dati lo permettono, alle riaperture. Non c’è una scienza che vale quando chiudi e non vale più quando apri, a meno che qualcuno veda solo rosso, però solo rosso lo vedono i tori”. Che la polemica su Speranza Salvini l’abbia tenuta per sé fino ad ora sembra davvero improbabile.