Fatti

Salvini spalanca le porte al ritorno di Luca Morisi | VIDEO

Il leader della Lega ne ha parlato a Non è L’Arena

Salvini

La Procura ha chiesto l’archiviazione della posizione di Luca Morisi dopo la vicenda che ha visto l’ex guru della comunicazione social della Lega coinvolto in una storia che parla di droga e non solo. In attesa del parere finale dei giudici, Matteo Salvini si è detto pronto a riaprire – anzi, spalancare – le sue porte per accoglierlo nuovamente nella famiglia del Carroccio dopo le dimissioni consegnate all’indomani delle prime notizia trapelate. E, ovviamente, lo fa polemicamente.

Salvini apre le porte a un ritorno di Luca Morisi nella sua squadra

Ospite di Massimo Giletti nell’ultima puntata di “Non è L’Arena” (su La7), al segretario del Carroccio è stato chiesto un pensiero sulla situazione che riguarda il suo ex guru della comunicazione. E ha aperto le porte a un suo ritorno:

“Se vuole anche subito. Io non amo quelli che abbandonano gli amici o i colleghi nei momenti della difficoltà. Anzi, è nei momenti della difficoltà che emergono non i politici ma le persone. Gli uomini e le donne. Luca Morisi è una bravissima persona, massacrata per mesi sul nulla per attaccare me”.

Poi il leader della Lega si erge a protagonista del dibattito, mitizzando se stesso come una sorta di martire: “Quando attaccano me e mandano a processo me io ho le spalle larghe e posso difendermi. Quando attaccano qualche mio familiare, qualche mio amico, qualche mio collaboratore mi arrabbio. Adesso i giudici, quindi non Salvini, hanno detto che non ha commesso nessun reato. Tu hai letto qualche mezza riga di scuse su qualche giornale, degli articoli o talk show. Quindi se volesse, siccome è un ottimo professionista oltre che essere un buon amico, la porta è sempre aperta e spalancata”.

Ovviamente, però, nessun riferimento al caso specifico. Perché si è parlato moltissimo di questa vicenda per dei motivi ben precisi: la Lega, nella sua comunicazione, ha sempre demonizzato (e in alcuni casi ostracizzato) l’omosessualità e l’utilizzo di sostanze stupefacenti. E il guru della comunicazione del Carroccio – anche se sarà archiviato – è stato coinvolto in una vicenda che tocca esattamente quei due temi. Per questo se ne è parlato così tanto.

(foto e video: da Non è L’Arena, La7)