La macchina del funky

E Salvini litiga con Francesca Pascale

salvini pascale

“Dalla sera alla mattina quelli di Forza Italia cambiano tre posizioni. Io non ho sentito Berlusconi, mi hanno chiesto di appoggiare un documento su una federazione di centrodestra con il leader azzurro che convocava il tavolo del programma. Ho detto “sì”. Ma è cambiato tutto. Berlusconi lo capisco anche”: questo dice al Quotidiano nazionale il leader della Lega Matteo Salvini, che spiega: “Quando Berlusconi rientra a casa e ha una signorina di fianco che passa il tempo a darmi del ‘troglodita’ sui social network, non deve essere facile”.

E Salvini litiga con Francesca Pascale

Alla domanda se parla della fidanzata di Berlusconi, Francesca Pascale, Salvini replica: “Sì. Dà del troglodita al leader di un partito con cui Fi governa bene Lombardia, Veneto e Liguria e con cui è alleata a Milano. Berlusconi è tirato per la giacchetta da tante persone”. Il riferimento, per niente velato, è all’articolo pubblicato ieri da Repubblica in cui Tommaso Ciriaco racconta che su Instagram la fidanzata di Berlusconi ha scritto un chiaro messaggio d’amore nei confronti del leader della Lega:

Anche un messaggio postato su Instagram dimostra l’eruzione in corso. Sul profilo di Francesca Pascale, primo sponsor di Guido Bertolaso, c’è la foto di Matteo Salvini e un commento: «Inginocchiati ai meridionali, troglodita». Se la fidanzata picchia sul Carroccio, il cerchio magico berlusconiano si occupa di demolire Meloni durante l’ufficio di Presidenza. La scintilla la provoca Toti, proponendo una bozza di documento che allude a un’intesa con Meloni e Salvini. «Non se ne parla», lo stronca Maria Rosaria Rossi. «Non possiamo accettare la resa incondizionata», fa eco Renato Brunetta, sostenuto dalla maggioranza del parlamentino azzurro. Non però da Paolo Romani, che si ritrova a un centimetro da un furioso Antonio Tajani. «La Meloni gioca a fare la Le Pen – urla il vicepresidente dell’Europarlamento – ma io con i fascisti non ci vado. Piuttosto me ne vado!».

Sul fatto che la spaccatura del centrodestra avvantaggia la grillina Raggi e il Pd Giachetti, Salvini osserva: “È esattamente il rimprovero che io faccio a quella parte di Fi che sta perdendo tempo. Se tutti i sondaggi danno un sostanziale testa a testa tra Meloni e Giachetti bisogna agire di conseguenza. Purtroppo in Fi ci sono ancora i nostalgici dell’inciucio con Renzi e Verdini. Al ballottaggio a Roma, comunque, ci arriverà la Meloni”.

Pascale come Mario Merola: Salvini… di agenziainstante