Opinioni

Per Salvini l'aborto è un omicidio

“Sono contrario all’aborto, nella dottrina della Chiesa non e’ concepito. Se la Lega fosse al governo non eliminerei la legge, le donne devono essere libere di scegliere, ma farei di tutto per limitare al massimo il numero delle interruzioni di gravidanza”. Lo dice Matteo Salvini, leader della Lega Nord, a La Zanzara su Radio 24. L’aborto è un omicidio, chiedono i conduttori? “Assolutamente sì”, risponde Salvini. “Molte interruzioni- dice Salvini- sono dettate da motivi economici. Se una ragazza vuole abortire bisogna dare incentivi economici per non farla abortire. Se una ragazza arriva in consultorio e dice che non può permettersi di portare avanti la gravidanza, un paese serio aiuta economicamente la ragazza a portare a termine la gravidanza”. “Non si può ammazzare un figlio prima che nasca- dice ancora Salvini- perché uno non se lo può permettere. L’anno scorso ha visto il minor numero di nascite nel nostro Paese dal 1861 ad oggi”. Salvini sull’aborto ha le stesse idee di Mario Adinolfi.
matteo salvini indiani donald trump
“Se scopro che mio figlio si fa le canne lo prendo a schiaffoni”, aggiunge poi il leader della Lega Nord parlando del caso Lavagna, ribadendo di essere contrario a “legalizzare le droghe leggere”. “Sonori schiaffoni, assolutamente sì – sottolinea il lleader della Lega – . E poi gli chiedo cortesemente di non fare lo stesso errore che ho fatto io e cioè fumare sigarette”. E per i collettivi di Bologna? “Questi di Bologna sono zecche per i quali ci vuole l’insetticida, come per i topi ci vuole il topicida. Ma i cretini saranno 100, su 80mila studenti di Bologna”.