Politica

Speranza, Lamorgese e i sovranisti fuori: quello che ha dovuto mandare giù Salvini con il governo Draghi

Matteo Salvini non ne esce benissimo. La lista dei ministri del governo Draghi potrebbe rappresentare una grana che lo mette in difficoltà. Per due motivi

salvini recovery plan dimartedì

Matteo Salvini non ne esce benissimo. La lista dei ministri del governo Draghi potrebbe rappresentare una grana che lo mette in difficoltà. Per due motivi. I ministri della Lega scelti da SuperMario fanno tutti parte della compagine moderata del Carroccio. E ora il “Capitano” si trova a dover votare la fiducia a un esecutivo in cui il ministro dell’Interno è la contestatissima (da lui) Luciana Lamorgese, per non parlare della riconferma di Roberto Speranza alla Salute. Che va in una direzione contraria a quella del “modello Bertolaso” che lui aveva proposto. Non a caso Salvini già ieri aveva criticato le due nomine spiegando che “Speranza e Lamorgese o cambiano marcia o avranno bisogno di aiuto”, immaginando che nei due dicasteri qualche poltrona, magari da vice o da sottosegretario, venga occupata dai leghisti. Anche oggi intervistato dal Corriere ribadisce “Noi ci affidiamo alle scelte del premier, e ci auguriamo un cambio di passo sulla salute e la sicurezza”. Sempre il Corriere riassume bene le difficoltà del Capitano:

Draghi ha accolto con abilità molte delle richieste di Matteo Salvini, che ha ottenuto un ministero di spesa importante (Mis), una roccaforte per il Carroccio (il Turismo) e una bandiera come il ministero per la Disabilità. Sul lato opposto della medaglia, che pesa molto di più: nessun salviniano è al governo. Erika Stefani è vicina a Luca Zaia, Giancarlo Giorgetti e Massimo Garavaglia sono di area moderata. Area lontana da Salvini, anche dopo la sua recente svolta europeista. Altri motivi di scontentezza: la presenza di Luciana Lamorgese, che ha cancellatoidecreti sicurezza, e di Roberto Speranza, con una linea considerata troppo prudente sulle riaperture.

Per constatare che sia tutto terribilmente (per lui) vero basta seguire i commenti su Facebook al post in cui annuncia i nuovi ministri della Lega: se qualche giorno fa era tutto un Osanna al Capitano, ora ci sono molti simpatizzanti della Lega che scrivono critiche come : “Matteo, ti ho sostenuto e difeso sempre, ma stavolta che devi difendere l’operato della LAMORGESE, dopo che 4 mesi fa ti ha abolito i decreti sicurezza col tuo nome……. La delusione nei tuoi confronti è tanta”, oppure: “Fino a ieri urlavi x andare al voto e poi ti svendita x 3 Ministeri, che schifo!!! E adesso ti tocca sostenere pure Di Maio, Speranza è Lamorgese che definivi ( a ragione) degli incapaci..”. Cosa si inventerà il Capitano per salvare governo e consenso?