Fatti

Il bel gesto di Sabrina Ferilli nei confronti dell’operaio licenziato per un post sulla sua fiction

L’attrice ha offerto il proprio sostegno al dipendente di Arcelor Mittal: pagamento delle spese legali per il ricorso e uno stipendio

Sabrina Ferilli

La vicenda che ha visto come protagonista Riccardo Cristello ha fatto molto rumore. Lui, operaio che lavora per Arcelor Mittal a Taranto, è stato licenziato dall’azienda (ex Ilva) per aver condiviso un post su Facebook in cui invitava gli altri utenti a guardare la fiction ‘Svegliati Amore Mio’ – in onda su Canale 5 – che racconta uno spaccato di realtà molto simile a quella tarantina (da anni al centro del dibattito socio-ambientale). Quel post, con lo screenshot di Sabrina Ferilli, ha provocato la reazione dell’azienda che ha deciso di licenziarlo. Ora, però, l’attrice romana scende in campo in difesa dell’operaio.

Il bel gesto di Sabrina Ferilli nei confronti dell’operaio di Arcelor Mittal licenziato

La battaglia, adesso, si sposta sul piano legale. L’operaio, infatti, ha fatto ricorso contro il suo licenziamento che per Arcelor Mittal è “per giusta causa”. Quel post, come sostengono i sindacati che hanno ricevuto la richiesta di aiuto da parte di Riccardo Cristello, era stato pubblicato all’interno di un “gruppo chiuso” su Facebook e visibile a circa 400 persone.

“Ringraziamo Sabrina Ferilli per la sensibilità e la solidarietà dimostrate in queste ultime ore: l’attrice ha telefonato a Riccardo Cristello dopo aver appreso che il lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto era stato licenziato. A Sabrina Ferilli va il ringraziamento, mio e di tutto il sindacato che rappresento, per aver offerto al lavoratore la propria immediata disponibilità a sostenere le spese legali, oltre al pagamento di uno stipendio”.

Questo il racconto fatto dal coordinatore provinciale del sindacato Usb di Taranto, Franco Rizzo a Lapresse. Insomma, l’attrice ha deciso di sostenere la battaglia legale dell’operaio licenziato per aver condiviso un post su Facebook sulla sua fiction: un sostegno economico per le spese legali e uno stipendio.

E la solidarietà arriva anche da un altro personaggio del mondo dello spettacolo, da sempre al centro del dibattito sulla situazione tarantina strettamente collegata all’impianto dell’ex Ilva. Michele Riondino, infatti, si è offerto di pagare le spese legali per sostenere l’operaio licenziato.

Il post contestato dall’azienda

Arcelor Mittal, dal canto suo, sottolinea come il post pubblicato da Riccardo Cristello non sia così “innocente”.

Sabrina Ferilli, post operaio licenziato Arcelor Mittal

Certamente non viene mai fatto il nome dell’azienda, ma i toni sono senz’altro molto accesi. Si fa riferimento alla città di Taranto e allo stabilimento siderurgico da anni al centro di polemiche (non solo strutturali, ma anche sulla salute dei cittadini). Ora saranno i giudici a valutare il ricorso dell’operaio licenziato.