Economia

Contotax: il calcolatore per la rottamazione cartelle Equitalia,

rottamazione cartelle equitalia 1

Contotax è il calcolatore digitale dell’Agenzia delle Entrate che permette di fare un “estratto conto” dei propri debiti con il Fisco, e di simulare anche le eventuali rate, per verificare se sono sostenibili. Repubblica ne spiega oggi il funzionamento in un articolo a firma di Rosaria Amato:

La procedura infatti, una volta avviata, non ammette ritardi o rinvii: il mancato pagamento in tempo utile anche di una sola rata interrompe la definizione agevolata e riporta il contribuente al debito iniziale, compreso di tasse e interessi. Entrando nell’area riservata del sito di Equitalia(alla quale si accede con le credenziali fornite dall’Inps o dall’Agenzia delle Entrate) dunque si ha un quadro completo dei propri debiti con l’Agenzia delle Entrate (che costituiscono il grosso delle cartelle da rottamare, circa il 70% dei crediti dei contribuenti entrati nell’operazione), l’Inps, le Regioni o i Comuni.

rottamazione cartelle equitalia 1 contotax
Il nuovo strumento per rottamare le cartelle Equitalia (La Repubblica, 2 aprile 2017)

Non è detto che si debba rottamare tutto, il contribuente può scegliere solo alcuni dei propri debiti, e distribuirli come ritiene opportuno, tenuto conto del fatto che le rate sono al massimo cinque e che il 70% del dovuto va pagato entro quest’anno, solo il 30% può essere rinviato al settembre 2018. Considerato che finora il 50% delle istanze è stato presentato online, e il 49% agli sportelli, per quella quota di cittadini che non hanno familiarità con Internet è previsto che la propria situazione debitoria possa anche essere richiesta allo sportello, e non solo nelle 200 sedi di Equitalia ma anche nelle 400 dell’Agenzia delle Entrate.

rottamazione cartelle equitalia 2 contotax
Il controllo e l’invio per la rottamazione delle cartelle Equitalia (La Repubblica, 2 aprile 2017)

La rottamazione delle cartelle esattoriali permette in media un risparmio del 35% per i debiti con il Fisco e del 20% sui ruoli delle multe stradali (solo per i cittadini dei Comuni che riscuotono i tributi tramite Equitalia, circa 3.300, o che hanno aderito volontariamente all’operazione). Se le cartelle contengono solo sanzioni o interessi, possono anche essere completamente azzerate. Se invece l’adesione alla procedura risultasse troppo onerosa per il contribuente che già ha concordato pagamenti maggiormente diluiti, si può sempre scegliere di tornare all’accordo precedente alla rottamazione.