Economia

I rimborsi ai risparmiatori delle quattro banche risolte

banche cooperative 2

L’ultima deadline è scaduta venerdì: entro la settimana sarebbe dovuto arrivare il decreto fallimenti, che si occuperà anche dei rimborsi ad alcuni dei risparmiatori le cui obbligazioni sono rimaste coinvolte nella procedura di risoluzione delle quattro banche (Etruria, Chieti, Ferrara, Banca Marche). Il governo ha rimandato ancora e adesso si spera che la prossima settimana sia quella giusta: spiega oggi il Sole 24 Ore che  «il decreto legge in corso di elaborazione tra ministero della Giustizia e Mef potrebbe infatti imbarcare un pacchetto di norme per rendere più efficiente il processo civile. Norme che verrebbero stralciate dal disegno di legge delega in discussone al Senato dopo l’approvazione della Camera per dotarle di efficacia immediata. Il tutto tenuto insieme dalla necessità di dare una risposta immediata a una quadro che, pur se con segnali incoraggianti, vede la giustizia civile ancora assolutamente deficitaria. Almeno stando al «Quadro di valutazione della giustizia 2016» della Commissione europea, reso pubblico pochi giorni fa, che vede, su dati 2014, l’Italia in terz’ultima posizione nel settore civile, comprese le controversie di natura commerciali, con oltre 500 giorni per ottenere un giudizio di primo grado (solo Cipro e Malta fanno peggio)». Questo il riepilogo del decreto fallimenti secondo il quotidiano di Confindustria:

decreto fallimento rimborsi risparmiatori
Il decreto fallimenti e i rimborsi ai risparmiatori (Il Sole 24 Ore, 17 aprile 2016)