Opinioni

Chi è responsabile dell'ordine pubblico a Roma?

Chi è il responsabile dell’ordine pubblico a Roma? Mentre la città viene allegramente devastata dai tifosi del Feyenoord, il sindaco Ignazio Marino su Twitter scrive questo:


Purtroppo il sindaco omette di segnalare chi è il responsabile dell’ordine pubblico a Roma. Uno di questi è il prefetto Giuseppe Pecoraro, il quale, di solito impegnatissimo nel dare opinioni non richieste sui temi più disparati e a fornire giustificazioni originali sulle sue frequentazioni, oggi è stranamente silente. D’altro canto chi avrebbe mai potuto pensare che oggi i tifosi del Feyenoord, considerati tra i più agitati d’Olanda, avrebbero fatto casino? Soltanto perché ieri hanno devastato Campo de’ Fiori, nessuno poteva immaginare che oggi sarebbe stata una brutta giornata nella Capitale:

L’inferno è scoppiato alle 21,45, dopo diversi minuti di tensione tra i tifosi ormai ubriachi e la polizia che cercava di mantenere il controllo e l’ordine della piazza. Dieci minuti di terrore con la polizia che rincorreva gli ultrà ubriachi in fuga tra i pasanti e i turisti sconvolti. È di 33 tifosi olandesi fermati, di cui 23 arrestati, il bilancio complessivo dei disordini: 16 sono stati arrestati dalla Polizia e 7 dai Carabinieri. I sedici arrestati dalla Polizia hanno tra i 20 e i 28 anni e sono stati individuati come autori degli scontri avvenuti ieri sera nei pressi di Campo dè Fiori. Poco più tardi, nelle adiacenze di via del Corso, personale dei carabinieri è intervenuto a seguito di alcune segnalazioni per rissa, traendo in arresto 6 tifosi della squadra olandese, armati con manganelli telescopici e passamontagna.

Un altro responsabile dell’ordine pubblico a Roma, è il questore Nicolò D’Angelo, che ieri ci faceva sapere che «dalle ore 20 di stasera e fino alle 24 di domani, sarà in vigore il divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche nei Municipi I, II e XV»(*errore: leggere edit). I teppisti sentitamente ringraziano.
feyenoord
 
Edit: il divieto a vendere alcool è stato emesso con ordinanza d’urgenza:
“In occasione della partita Roma – Feyenoord, la prefettura di Roma ha emesso un’ordinanza d’urgenza sul divieto di somministrazione e vendita di alcolici e superalcolici. Fiepet Confesercenti e’ per il rispetto dell’ordine pubblico, in questi casi con più agenti e mezzi dislocati per le aree sensibili di Roma. Non concorda sul metodo e le tempistiche”. Lo dichiara l’associazione in una nota sottolineando che “continuano i venditori abusivi a vendere bottiglie di birra attorno agli assembramenti di tifosi, ma nessuno dice nulla”. Pietro Lepore presidente Fiepet Confesercenti dichiara: “Un’ordinanza fatta alla svelta, molti operatori non ne sapevano nulla mentre ad altri è stata notificata da agenti della polizia municipale, come è possibile questo? Inoltre l’ordinanza non distingue le tipologie di somministrazione. Come si fa a vietare un bicchiere di vino in un ristorante o un bicchiere di prosecco in un hotel?”.