Attualità

«L’Italia respinge illegalmente migranti verso i Balcani»

Una rotta segreta con Slovenia e Croazia: caricati nei furgoni ed “espulsi” come la Francia a Bardonecchia

L’Italia si lamenta con la Francia per Bardonecchia mentre respinge migranti nei Balcani. La Stampa oggi racconta in un articolo a firma di Niccolò Zancan, inviato al valico di Fernetti, una serie di “respingimenti” che hanno visto protagonista, a quanto pare, la polizia italiana e quella slovena. Gli italiani portano i migranti alla caserma del valico Fernetti dove vengono caricati e riportati in Slovenia. Da lì, vengono scaricati al confine della Croazia:

Non sono le cosiddette «riammissioni», che richiedono comunque di esaminare la domanda di asilo, per verificare se sia già stata presentata altrove, prima di trovare eventualmente un accordo per il ritorno in quel Paese. È qualcosa di diverso. Qualcosa di nuovo. Sbrigativo. Ricorda il comportamento di alcuni poliziotti francesi alla frontiera italiana. Dalle parti di Claviere.

«Peggio», dice Gianfranco Schiavone il presidente di Ics, la più importante istituzione dell’accoglienza a Trieste assieme alla Caritas. «Sono respingimenti a catena. Restituzioni illegittime. Violazioni delle direttive europee, del regolamento di Dublino e delle leggi italiane. Sembra una specie di manovra di alleggerimento. Abbiamo diverse testimonianze che confermano questa nuova prassi. I migranti vengono abbandonati nei boschi come dei banditi. Non esiste alcuna logica. Non si capisce perché qualcuno sì e qualcun altro, invece, no. Si ha proprio l’impressione di essere al mercato delle vacche. E la cosa più sconcertante, è che tutte le polizie coinvolte sanno benissimo di muoversi al di fuori della legge».

respingimenti migranti italia croazia

«Succede quasi ogni giorno» racconta la signora Sonia Crismancich. Dal 1979 gestisce la stessa rivendita di tabacchi e alimentari, all’angolo con la strada che porta oltre confine. «Ieri erano in dieci, messi lì al muro. I poliziotti li stavano controllando. Ti fanno pena. Sono tutti giovani, maschi, magri. Non sono razzista, ma non so dove porterà questa cosa».

Il numero dei migranti accolti regolarmente a Trieste è di 1180, poco più di 5 mila in tutto il Friuli Venezia Giulia. Quest’anno, però, ne stanno arrivando di più. Ogni settimana, dalle 20 alle 50 persone vengono trasferite in altre regioni italiane. Quello che non si conosce è il numero dei respinti.

Leggi sull’argomento: Il video della rissa sul treno della Roma-Lido