Attualità

“Don Livio di Radio Maria preoccupato per i soldi degli anziani con il lockdown”

Le frasi di Don Livio Fanzaga sul Coronavirus progetto del demonio attuato dalle elites mondiali per ridurci in uno stato di una dittatura sanitaria finalmente acquistano un senso. Secondo quanto racconta Repubblica Don Livio durante il lockdown era molto preoccupato perché gli anziani avrebbero potuto avere difficoltà ad andare alla posta e fare donazioni a Radio Maria

radio maria covid progetto demonio

Le frasi di Don Livio Fanzaga sul Coronavirus progetto del demonio attuato dalle elites mondiali per ridurci in uno stato di una dittatura sanitaria finalmente acquistano un senso. Secondo quanto racconta Repubblica Don Livio durante il lockdown era molto preoccupato perché gli anziani avrebbero potuto avere difficoltà ad andare alla posta e fare donazioni a Radio Maria:

«Ogni giorno – racconta a Repubblica un ex dipendente della radio -arrivavano sacchi di lettere: all’interno preghiere, santini. E anche denaro. Erano tutte donazioni». Radio Maria si finanzia principalmente con i soldi dei suoi ascoltatori. C’è un conto corrente postale, ma si può pagare anche con la carta di credito e tramite bonifico. «All’inizio del lockdown – spiega una fonte interna – don Livio era preoccupato che i nostri ascoltatori, per lo più anziani, malati e persone sole, non potessero andare più alla posta. Così ha messo su un call center». Non per sostenere gli anziani durante la pandemia. Ma per questo: «A causa del Coronavirus molti ascoltatori non possono andare in posta per il bollettino a favore di Radio Maria. Si potrebbe superare la difficoltà con un “Sepa straordinario” mantenendo la donazione abituale».

Diavolaccio di un COVID!

Leggi anche: Domenico Tallini: arrestato il presidente del Consiglio regionale della Calabria