Opinioni

Repubblica chiede un passo indietro a Maria Elena Boschi

Stamattina in un articolo non firmato e quindi riconducibile al direttore Mario Calabresi, Repubblica ha chiesto a Maria Elena Boschi un passo indietro: «La mamma della riforma appena bocciata dagli italiani non può continuare a stare al governo. Se Renzi ha tratto conclusioni radicali dall’esito del voto non si capisce come possa restare la ministra. Impensabile che possa essere lei a trattare la nuova legge elettorale con le opposizioni, ma altrettanto impensabile una promozione o uno spostamento. Un passo indietro sarebbe la mossa più sensata e eviterebbe al nuovo esecutivo di partire con la palla al piede proprio nel campo dove deve giocare la sua partita più importante».
maria elena boschi
Le ultime indiscrezioni danno in effetti fuori dalla lista dei ministri i due fedelissimi renziani, ovvero sia la Boschi che Luca Lotti. Ma Boschi lascerebbe il ministero delle Riforme da sottosegretario alla presidenza del Consiglio con le deleghe di Claudio De Vincenti, che a sua volta prenderebbe la guida di un nuovo ministero ad hoc per il Sud. Quanto a Lotti, per il quale si era parlato della delega ai Servizi che invece resterebbe in capo allo stesso Gentiloni, sarebbe confermato sottosegretario a Palazzo Chigi, ma resta in piedi l’ipotesi di affidargli il ministero dello Sport e Editoria, che i verdinani reclamerebbero per Valentina Vezzali. In molti invece danno Lotti verso il ministero delle Comunicazione.

Leggi sull’argomento: Luca Lotti 007: Al servizio segreto di Sua Maestà