Opinioni

Renzi la serie, S01E01: intercettazioni ambientali

Pubblichiamo in esglusivamisci le intercettazioni che faranno finire Tamas su Dagospia, e possibilmente anche in galera:
Tiziano: “O Matteo, senti”
Renzi: “Sì, babbo, ma stai largo con quel braccio, ché mi butti per terra i fogli”
Tiziano: “O che c’è in quei fogli? Fammi vedere” [si appoggia sulla scrivania di Renzi]
Renzi: “Babbo, t’ho detto stai bono”
Tiziano: “E dai, ti do una mano, sono pur sempre un democristiano machiavellico e intrigante. Questa è una effe?” [butta tutto per terra]
Renzi: “Babbo, ti stronco il gomitino”
Magistrato all’ascolto [fuori campo]: “Segnasse, brigadie’: minacce, lesioni, procurato allarme”
Renzi: “Cos’era questa voce?”
Tiziano: “Europa Europa!”
Magistrato: “Niente, le solite interferenze di Radio Maria. Ja, parlate pure di progetti criminosi con la consueta tranquillità”
Renzi: “E come ti dicevo, babbo, in questi fogli c’è un solido piano di rilancio della competitività italiana, dell’autorevolezza del nostro paese in Europa, di una lotta finalmente popolare e inclusiva ai populismi. Certo, ora che li hai buttati per terra e confusi tutti e tre, l’azione del governo subirà un grave ritardo…”
Verdini [scende le scale in boxer e cravatta semi-slacciata] “Diaane che risacca stamane! Non mi ricordo più dove ho messo le mie obbligazioni…”
Renzi: “Seeeh, le tue obbligazioni… Quando mai un pacco di obbligazioni è sopravvissuto a una serata delle tue?”
Verdini: [sghignazza, poi è triste] “Dé”
Tiziano: “Beh, io vo a caccia di beccaccini negli acquitrini. Matteo, hai visto il mio sovrapposto?”
Magistrato: “Aggiungano: traffico d’armi, disastro ambientale, estinzione a fucilate”
Renzi: “Babbo, gli acquitrini non ci sono più. La nuova politica li ha prosciugati! La nuova politica non bada alle beccate degli uccellacci, se resistervi significa dare una speranza agli italiani”
Verdini: “Dé, Matteo, alle volte pare tu ci creda sul serio”
Tiziano: “Beccaccini ?”