Economia

Reddito, il paletto anti-automobili e il nodo della cilindrata

Come funziona il divieto di accedere al reddito di cittadinanza per chi ha automobili di un certo valore

reddito automobili toyota

Quali sono le automobili “buone” per il reddito di cittadinanza? Come si sa, tra i paletti che escludono dalla misura c’è lo stop alle auto nuove. Nessun componente della famiglia deve essere intestatario o avere piena disponibilità di auto immatricolate per la prima volta nei sei mesi precedenti la richiesta del reddito di cittadinanza. Stop anche ad auto di cilindrata superiore a 1.600 cc, o di moto di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolate per la prima volta nei due anni precedenti. Sono escluse dal “divieto” auto e moto per persone disabili. Il Giornale però spiega oggi che il sussidio dipende anche dal tipo di macchina:

A pagina 3 del documento c’è scritto che per poter accedere al Rdc «nessun componente il nucleo familiare deve essere intestatario a qualunque titolo o avente piena disponibilità di autoveicoli immatricolati la prima volta nei sei mesi antecedenti la richiesta, ovvero di autoveicoli di cilindrata superiore a 1600cc, nonché motoveicoli di cilindrata superiore a 250cc, immatricolati la prima volta nei due anni antecedenti».

Quindi non beccherà il sussidio di Di Maio chi è proprietario di un’auto nuova acquistata nei sei mesi prima della compilazione della domanda e chi possiede una macchina superiore a 1600 di cilindrata o una moto superiore ai 250 cc comprata due anni prima.

reddito di cittadinanza regole
Le nuove regole del reddito di cittadinanza (Il Sole 24 Ore, 14 gennaio 2019)

Con tutti gli inevitabili paradossi del caso, relativi al metodo di scrematura basato sulla cilindrata che è ormai obsoleto. Per fare qualche esempio: è considerato troppo ricco chi ha nel suo garage una Toyota Prius 1.8, auto ibrida, che costa 29.500 euro. Oppure chi guida una Fiat 500X 2.0 Multijet, al prezzo di 26.500 euro, il top di gamma della storica utilitaria, ma comunque non un mezzo da ricconi.

Mentre può fare domanda per il reddito di cittadinanza il proprietario di una Bmw Serie 2 Cabrio, per cui bisogna sborsare almeno 37.100 euro, ma può avere anche una cilindrata di 1500 cc. Andare in giro sulla cabriolet tedesca e percepire il reddito di cittadinanza non è considerata una contraddizione. Il comma successivo sbarra la strada ai possessori di qualunque tipo di «navi e imbarcazioni da diporto», anche le più piccole,senza distinzioni tra uno yacht e una vecchia barca da pesca, purché sia a motore.

Leggi sull’argomento: Con l’auto nuova niente reddito di cittadinanza