Politica

"Ve lo magnate il panettone o litigate prima?": la reazione dei leader alla provocazione di Lucci | VIDEO

Asia Buconi|

enrico lucci

Non sorprende che durante un momento delicato per la formazione del nuovo Governo come quello delle consultazioni gli occhi siano tutti puntati sulla premier in pectore Giorgia Meloni. Sorprende invece un po’ di più che l’attenzione di molti sia catalizzata dal leader di FI Silvio Berlusconi. Evidenza, questa, in realtà più che prevedibile visti gli avvenimenti dei giorni scorsi. Di fatto, la coalizione di Centrodestra ha traballato e non poco dopo la diffusione degli audio del Cav che parlava di un rinato rapporto con Putin o che sembrava sul punto di rompere con gli alleati sul nodo Ronzulli. Anche per questo molti sono oggi pronti a scommettere sulla breve tenuta e durata di un futuro Governo a trazione Meloni sostenuto da questa precaria maggioranza. E, a scherzarci su, è stato pure il giornalista Enrico Lucci, che di certo non è uno che le manda a dire.

“Ve lo magnate il panettone o litigate prima?”: le reazioni di Meloni, Salvini e Berlusconi alla provocazione di Enrico Lucci

Dopo le consultazioni rapide con Sergio Mattarella di stamattina, durate appena sette minuti, all’uscita del Quirinale i leader del Centrodestra hanno “sfilato” di fronte ai giornalisti, imbattendosi pure in Enrico Lucci che, col fare provocatorio che lo contraddistingue, ha posto un interrogativo agli esponenti di Centrodestra: “Ve lo magnate il panettone o litigate prima?”. Giorgia Meloni, che gli passava di fronte proprio in quel momento, ha accennato un sorriso per poi spostare la videocamera dell’inviato di “Striscia la Notizia” con il braccio. Simile la reazione di Salvini, che pure ha sorriso per qualche secondo.

Poi, il passaggio di Berlusconi, a cui Lucci ha rivolto lo stesso interrogativo: “Presidente, ve lo mangiate il panettone o litigate prima? Arrivate alla colomba di Pasqua?”. A quel punto, il Cav ha sfoderato un sorriso a trentadue denti e gli ha dato una carezza sulla guancia. Quel che è certo è che Lucci con la sua domanda abbia esternato le perplessità che oggi frullano nella testa di molti italiani e che nessuno dei leader di Centrodestra abbia voluto (o saputo) rispondere.