Cultura e scienze

RAI, Marcello Foa tratta la resa

marcello foa

Marcello Foa tratta la resa in RAI. Il Fatto Quotidiano racconta oggi che il divulgatore degli attentati ISIS in Germania coperti dal governo tedesco starebbe cercando di ottenere un’uscita onorevole dalla poltrona di presidente di viale Mazzini per rimanere almeno consigliere d’amministrazione ora che è cambiata la maggioranza:

Il presidente sovranista, anti euro, putiniano, chiamato al timone della Rai al termine di una discussa e faticosissima elezione, si sente mancare la terra sotto ai piedi. Il suo nome è il più esposto, il più divisivo, il più sacrificabile. Foa studia una via d’uscita. In queste ore si è letteralmente barricato dentro il suo ufficio, gli unici che l’hanno incontrato sono i legali di Viale Mazzini.

Sul capo del presidente pende ancora una controversia: secondo il Pd la sua elezione è illegittima, da oltre un anno il renziano Michele Anzaldi chiede il riconteggio delle schede; almeno due – sostengono i dem –andrebbero annullate, erano state segnate per renderle riconoscibili (forse pure tra i gialloverdi qualcuno era sensibile ai vecchi “trucchi”della Prima Repubblica). Foa – si racconta nei piani alti dell’azienda –sarebbe disposto ad accettare un’uscita onorevole e incruenta: potrebbe accettare l’addio alla presidenza pur di evitare la decadenza del consiglio e conservare il suo posto in Cda.

marcello foa pd soros

Al suo posto –è la soluzione naturale –andrebbe Rita Borioni, consigliera di minoranza, in passato stretta collaboratrice del dem Matteo Orfini. Ma l’umore di Foa è mobile come quello di un animale braccato, diviso tra le ultime orgogliose fughe in avanti e la consapevolezza di un destino segnato.

Domenica pomeriggio, quando sembrava che la trattativa tra Pd e M5S potesse davvero fallire, il presidente della Rai aveva convocato una riunione per dire ai suoi che si poteva ancora andare avanti, che non sarebbe cambiato nulla. Poi la realtà ha preso il sopravvento, ed è di nuovo calato lo sconforto.

Leggi anche: Whirlpool lascia Napoli