Fatti

Virginia Raggi e la gaffe della cupola del Colosseo | VIDEO

La sindaca di Roma, durante l’evento di presentazione degli Open d’Italia di Golf che si terranno in quel di Guidonia Montecelio, ha detto che l’Anfiteatro Flavio ha anche la cupola

virginia ragi non vaccinata Raggi cupola Colosseo

Eravamo rimasti all’Arena di Nimes scambiata (in un video) con l’Anfiteatro Flavio. Poi si è passati per la targa sbagliata di Carlo Azeglio Ciampi, ma la storia delle gaffe di Virginia Raggi e del suo staff sembra poter proseguire a spron battuto. Perché a questa collezione degli orrori, ieri si è aggiunta una nuova medaglia durante la presentazione degli Open d’Italia di golf che si terranno (dal 2 al 5 settembre) sul manto erboso curatissimo del Golf & Country Club, a Guidonia Montecelio. E, proprio in quell’occasione – in diretta dal Salone d’Onore del Coni – è arrivata la gaffe di Raggi cupola Colosseo.

Raggi cupola Colosseo, l’ennesima gaffe della sindaca di Roma

“Nel frattempo Roma risplende ed è una bellissima vetrina – ha detto la sindaca della capitale decantando le bellezze della Città eterna che faranno da sfondo alla competizione nel luogo che, nel 2023, ospiterà anche la Ryder Cup di golf -. Anche dal green dell’Open sostanzialmente si può ammirare, guardando bene, anche la cupola del Colosseo, uno scenario davvero eccezionale e straordinario. Un ruolo davvero importante per la nostra città”. La cupola del Colosseo, che non esiste. Una gaffe, un lapsus. Probabilmente, come si può evincere guardando una foto del panorama visibile dal luogo in cui si terranno gli Open d’Italia, la prima cittadina voleva parlare della Cupola di San Pietro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Simone Golf (@marcosimonegolf)

Fatto sta che le sue parole non potevano provocare reazioni bipartisan.

Eppure un progetto c’era, ma…

Una cupola che non c’è e non esiste. Eppure, in passato, si era parlato di una copertura simile da inserire all’interno dell’Anfiteatro Flavio. Per esempio, nel giugno del 2011 si è parlato di una cupola nel Colosseo in una sede ufficiale. Era il Ministero dei Beni Culturali ad aver organizzato questo incontro prima del restauro del monumento portato avanti e finanziato dai fratelli Della Valle. Ma si trattava di, come leggiamo nel comunicato che annunciava l’evento:

“L’accoglienza, la biglietteria e il bookshop saranno collocati in questo ambiente coperto con una cupola ribassata, mentre le funzioni di servizio saranno distribuite tutt’intorno. È prevista anche un’area da destinare a bar-caffetteria”.

Insomma, nulla di evidente e visibile. Per questo le parole di Raggi cupola Colosseo rimarranno alla storia come l’ennesima lapsus di un’amministrazione piena di gaffes.

(Foto IPP/Gioia Botteghi)