Economia

La produttività in calo in Italia

La produttività in Italia è ancora in calo. L’ultimo dato appena pubblicato da Eurostat evidenzia un calo nel 2016, di 0,8 punti percentuali rispetto all’anno precedente, in controtendenza con i nostri competitor europei. In Germania, spiega oggi Il Sole 24 Ore, la produttività per ora lavorata è cresciuta di 1,3 punti; in Francia di 1 punto, in Spagna di 0,7. Un andamento che trova conferma anche nei numeri dell’Istat: fatto 100 il livello di produttività per ora lavorata del 2010, l’Italia nel 2016 ha toccato 100,4, in diminuzione di 1,2 punti rispetto al 101,6 totalizzato nel 2015.

produttività in calo italia
La produttività in Europa e in Italia (Il Sole 24 Ore, 7 ottobre 2017)

Nel decennio 1995-2015, infatti, il nostro Paese ha registrato una delle peggiori performance europee, con un incremento medio annuo di appena lo 0,3% della produttività del lavoro, a fronte del +1,6% dell’Ue a 28, dell’1,6% della Francia, dell’1,5% della Germania e dell’Inghilterra. Un dato in controtendenza rispetto a quello dell’occupazione: gli occupati, da agosto, sono tornati sopra quota 23 milioni, quasi ai livelli del 2008. Ma nell’ultimo anno l’occupazione è stata trainata dai contratti a termine e dagli occupati over 50 anni, per effetto dell’allungamento dell’età pensionabile. Anche il tasso di occupazione femminile continua a vedere l’Italia agli ultimi posti tra i paesi OCSE.