Economia

POS, arrivano le sanzioni per chi non si adegua

POS

L’obbligo di POS è scattato il primo luglio. Da quella data imprenditori, commercianti, artigiani e titolari di Partita IVA devono dotarsi del servizio per accettare pagamenti di prodotti e servizi con carte di debito e di credito, tramite il terminale oppure da Smartphone Android e IOS. Mentre è allo studio del governo un credito di imposta per incentivare l’utilizzo dei Pos (allo stato obbligo dal primo luglio 2014 per i commercianti e i professionisti non sanzionato di non rifiutare pagamenti elettronici per importi superiori ai 30 euro) da parte dei commercianti e, in questo modo, abbattere i costi fissi del terminale. Anche se sull’agevolazione allo studio pesa il reperimento delle coperture finanziarie che influenzerà l’intensità dell’agevolazione.