Opinioni

Ponteggi sostenibili e altri tecnicismi

Si è conclusa con un nulla di fatto la battaglia tra gnomi malvagi e bambini problematici che ha infuriato ieri dietro le quinte del teatro “Emerson Palmieri” di Saldate Malamente (LC).
Lo stuolo di bambini, provenienti da famiglie difficili o vestiti con pantaloni rossi che li fanno detestare dai tacchini o svantaggiati in altro modo, era infatti stato portato dalle educatrici a montare le strutture per le luci e la scenografia; anche un gruppo di gnomi malvagi, tuttavia, si era diretto in teatro con l’idea di svitare tutto e di causare il collasso delle attrezzature sugli attori e sul pubblico. Questo perché una volta uno gnomo si era sentito insultato da un attore shakespeariano, che in realtà stava parlando di tutt’altro.
Brugole in pollici-600x600
In ogni caso, grazie all’approccio pedagogico moderno e liberale, i bambini sono stati lasciati liberi di montare un po’ come volevano, dimenticando il vetusto utilizzo sanzionatorio delle brugole e la dicotomia stalinista tra verso corretto e scorretto; gli gnomi, giunti sul palco subito la partenza degli infanti, si sono dunque trovati di fronte una massa di tubi pericolanti, strette solo da viti di didò e da nodi realizzati con spaghetti troppo cotti. Non potendo restare con le mani in mano, per antico condizionamento culturale, gli elfacci malefici si sono dunque trovati costretti a montare tutto per benino; lo spettacolo (“Madre Natura e il rapporto perverso fra demografia disfunzionale e numero di cani domestici posseduto dai nuclei familiari”) si è perciò tenuto regolarmente e senza vittime. I bambini sono stati perciò assunti per montare palchi e attrezzature per l’intera stagione lirica della Scala di Milano.