Fatti

Il pilota russo che parla ai passeggeri e condanna la guerra in Ucraina: "È un crimine" | VIDEO

neXt quotidiano|

pilota russo condanna guerra in ucraina

Un pilota russo prende la parola tramite gli altoparlanti del velivolo e si rivolge ai suoi passeggeri condannando la guerra voluta da Putin in Ucraina. “Credo sia un crimine”, afferma, aggiungendo: “Penso che ogni cittadino ragionevole sarà d’accordo con me e farà di tutto per fermarlo”. Gesti come il suo sono rari in un Paese che ha totalmente perso ogni forma di democrazia: per le sue parole potrebbe essere condannato o subire ritorsioni, visto che gli stessi media sono stati costretti a non utilizzare le parole “guerra” o “invasione” per riferirsi a quanto sta accadendo oltre il confine.

Il pilota russo che parla ai passeggeri e condanna la guerra in Ucraina: “È un crimine”

Nonostante questo, il pilota ha deciso di rivolgersi spontaneamente ai passeggeri del suo volo per prendere una posizione, facendosi addirittura filmare in modo che il messaggio abbia la più ampia portata possibile. Il video è presumibilmente registrato su un volo di linea interno: si restringono sempre di più infatti le operazioni internazionali di voli da e per la Russia come effetto delle sanzioni. Unione europea, Regno Unito, Canada e Stati Uniti hanno imposto lo stop a tutti i voli provenienti dal Paese guidato da Vladimir Putin, e adesso anche altre aziende asiatiche stanno tagliando i collegamenti. L’unico Paese nel cuore dell’Europa che permette i voli con la Russia è la Serbia, che non fa parte dell’Ue e non ha applicato sanzioni.