Attualità

Pietro Genovese: il tasso alcolemico a 1,4 grammi al litro

neXt quotidiano|

pietro genovese camilla romagnoli gaia von freymann 1

Il tasso alcolemico di Pietro Genovese, indagato per omicidio stradale in relazione alla morte di Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, è di 1,4 grammi al litro. Per la normativa vigente è consentito mettersi alla guida con un tasso di alcolemia di massimo 0,5 g/litro. Il test ha avuto anche un esito non negativo per altre varie sostanze stupefacenti.

Pietro Genovese: il tasso alcolemico a 1,4 grammi al litro

Sul passato del 20enne ci sarebbero anche due casi di possesso di droga. Nel pomeriggio intanto, all’istituto di medicina legale dell’università della Sapienza è fissata l’autopsia delle due giovani vittime. Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli sono morte dopo essere state investite dalla Renault Koleos guidata da Genovese. Lungo corso Francia, tra via Flaminia Vecchia e la rampa di accesso dalla via Olimpica, nel cuore della movida di Roma nord, hanno scavalcato il guardrail che separa le due carreggiate dello stradone, e malgrado il semaforo fosse verde per chi passava in automobile, loro hanno attraversato.

pietro genovese camilla romagnoli gaia von freymann
La ricostruzione dell’incidente in cui Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli hanno perso la vita (Il Messaggero, 23 dicembre 2019)

La Procura di Roma ha affidato incarico per effettuare l’autopsia sui corpi di Camilla e Gaia. L’atto istruttorio è stato disposto dal pm Roberto Felici, titolare del fascicolo in cui è indagato per omicidio stradale Pietro Genovese che era al volante dell’auto. Sarà inviata entro oggi in procura a Roma dagli agenti della Polizia di Roma Capitale del Gruppo Parioli un’informativa dettagliata sull’incidente avvenuto la notte tra sabato e domenica scorsi a Corso Francia (Roma), nel quale sono morte due sedicenni. Nella comunicazione di notizia di reato sono contenuti gli esiti dei rilievi eseguiti sul luogo dell’incidente, i primi risultati degli esami tossicologi, le testimonianze raccolte e le altre fonti di prova emerse nel corso dell’attività investigativa. Al 20enne alla guida, Pietro Genovese, sono stati sequestrati la macchina e il cellulare, quest’ultimo in particolare per verificare se il giovane lo stesse utilizzando.

Leggi anche: Pietro Genovese: il ragazzo che ha investito Gaia e Camilla positivo a alcol e droga