La macchina del funky

Pietro Calabrese: il consigliere M5S che ha scoperto il complotto dei magistrati contro la Raggi

C’è chiaramente un complotto dei magistrati contro Silvio Berlusc ehm Virginia Raggi. A scoprirlo è l’avvocato Ghedin  il consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle Pietro Calabrese che poi lo illustra al Messaggero. Il complotto deve essere variamente articolato perché, pensate un po’, secondo il consigliere prende i primi passi dall’indagine su Paola Muraro per finire con Raffaele Marra, ma, come sappiamo, la Muraro venne indagata PRIMA di essere nominata assessora dalla Giunta Raggi. Quindi i magistrati devono avere doti di preveggenza e capacità di leggere il futuro che nemmeno Grillo a prima vista sembrerebbe possedere. Leggiamo il ragionamento di Sandro Bond del consigliere:
pietro calabrese

«C’è un disegno contro di noi». Pietro Calabrese, consigliere comunale grillino tra i più schietti del gruppo M5S al punto che l’altro giorno per poco si prendeva a sberle con il dem Corsetti, agita un classico della casa mentre si rulla una sigaretta.
Calabrese, secondo lei è in atto un complotto della magistratura contro di voi?
«Dico solo, nel massimo rispetto per le autorità giudiziarie, che ormai, da quando abbiamo vinto il referendum e abbiamo il vento in poppa a livello nazionale, c’è stata un’escalation».
Addirittura.
«Certo: prima l’avviso di garanzia alla Muraro, poi l’inchiesta sulle nomine ora l’arresto di Marra».
Ma perché la sindaca ha difeso così a oltranza Marra?
«Io solo che era una dirigente capace e tecnicamente preparato, è stato lui a sbloccare il salario accessorio dei dipendenti capitolini».

Insomma, le prove del complotto sono lampanti e inoltre non vi sembra che Virginia Raggi somigli un sacco a Mubarak? Proprio per questo, ne siamo sicuri, il consigliere si presenterà al più presto davanti ai magistrati per rendere dichiarazioni con nomi e cognomi degli autori del complotto. Giusto per non dare l’impressione di inventare balle per buttarla in caciara.

Leggi sull’argomento: Così il M5S vuole cacciare Virginia Raggi