Politica

Piantedosi costretto a smentire Salvini sugli otto morti a Casamicciola

neXt quotidiano|

casamicciola morti

“Sono otto i morti accertati”, informa il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Matteo Salvini ma il prefetto di Napoli, e il ministro dell’Interno sono stati più cauti, smentendo il numero delle vittime accertate.

Piantedosi costretto a smentire Salvini sugli otto morti a Casamicciola

“Al momento non ci sono morti accertati. C’è qualche difficoltà nelle operazioni di soccorso perché le condizioni climatiche sono ancora molto impegnative ma stiamo inviando mezzi sia via mare che per il sorvolo aereo. Sono in stretto contatto con la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e con i ministri. Una situazione in evoluzione molto grave e da seguire”. Così il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi che si trova “nella sala operativa dei vigili del fuoco in stretto contatto con il centro coordinamento soccorsi istituito presso la prefettura di Napoli dove – spiega – è presente il presidente della Regione Campania”.Parole molto simili a quelle usate dal prefetto di Napoli: “Ci tengo a precisare che al momento morti accertati non ce ne sono ancora.

La situazione è in evoluzione: sono circa dodici i dispersi. Abbiamo evacuato e circoscritta la zona vicina alla frana e le famiglie saranno sistemate in giornata negli alberghi”, aveva spiegato Claudio Palomba a margine di un tavolo del Centro coordinamento soccorsi convocato in Prefettura. Se le condizioni meteo restano quali sono quelle in corso “il problema – sottolinea Palomba – sono i soccorsi che hanno difficoltà. Per gli elicotteri ci sono difficoltà ad alzarsi, ma stiamo procedendo ed abbiamo avuto un grosso supporto anche dalle strutture centrali e quindi anche manualmente si sta lavorando. Le famiglie sono state subito evacuate”.

A breve la prefettura darà il primo bollettino ufficiale delle vittime, ma già da ora si parla di una donna morta con il numero dei dispersi che passerebbe a 12. In ogni caso in una situazione così tragica le due voci con cui ha parlato il governo sono quanto meno inopportune.