Se l'Italia è quella dei titoli del Giornale e di Libero e dei commenti sul figlio di Tobia Testa allora la famiglia Vendola-Testa ha fatto benissimo a lasciare il nostro paese

Giovanni Drogo

Chi credeva che con l’approvazione della legge sulle Unioni Civili in Italia non solo si fosse vinta una battaglia di civiltà ma fosse iniziata una nuova era, un cammino verso la comprensione che le persone omosessuali e quelle eterosessuali sono uguali perché sono persone probabilmente rimarrà deluso. E non è tanto per lo 0,6% conquistato a Roma dal partito di Mario Adinolfi e nemmeno per alcuni tweet e post davvero indecenti pubblicati all’indomani della strage di Orlando. Quella che manca è la comprensione di alcuni concetti di base riguardanti la famiglia. Un esempio evidente è l’atteggiamento che molti hanno nei confronti di quella di Nichi Vendola e del marito Ed Testa.

vendola figlio ed testa - 12

Il sobrio titolo del Giornale

La famiglia Testa è una famiglia vera

Nemmeno quattro mesi fa l’ex-Presidente della Regione Puglia annunciava che il compagno italo-canadese era diventato padre di un bambino, nato grazie alla gestazione per altri in California. In California la legge lo consente, in Canada, patria del marito di Vendola la legge consente agli omosessuali di adottare i bambini. Per il resto Tobia Testa è – a quanto è dato di sapere – un bambino come tutti gli altri e fortunatamente gode di ottima salute. Il problema, perché nel nostro Paese è un problema evidentemente, è il fatto che è figlio di due omosessuali. O meglio, tecnicamente parlando, è figlio biologico di Ed Testa e di una donna che ha donato l’ovulo (che Nichi e Ed chiamano “zia”). Un’altra donna, che la coppia chiama “la Grande Madre” ha invece portato a termine la gravidanza. Sotto questo aspetto la nascita di Tobia è stata quindi resa possibile sia dalla fecondazione eterologa (consentita in Italia dalla legge 40 per le coppie eterosessuali) che dalla GpA, che invece in Italia è vietata per tutti. Chi è il padre di Tobia lo sappiamo, è Ed Testa, chi è la madre invece è una faccenda un po’ più complessa; è colei che ha donato l’ovulo (quindi la madre biologica) o colei che l’ha portato in grembo? Oppure sono tutte e due?

vendola figlio ed testa - 13

Libero gioca la carta della pruderie, cosa fa Vendola in Canada?? Il padre. SCANDALO

Tobia avrebbe quindi due madri, un padre biologico e un padre adottivo. Va da sé che questa particolare situazione rende abbastanza ridicole le obiezioni di coloro che dicono che la madre del bambino era una puttana perché si è fatta pagare e comprare. Doppiamente ridicole lo sono quelle di coloro che dicono che la situazione è vergognosa perché il bambino crescerà senza una madre. Di bambini senza una madre ce ne sono molti, la legge italiana ad esempio – al di là dell’eterologa che è una situazione analoga a quella di Vendola – consente ad una madre di non riconoscere il figlio alla nascita. Quel bambino, prevede la legge, non potrà mai sapere chi è la sua madre biologica.

vendola figlio ed testa - 6

Mario Adinolfi (temporaneamente bannato sui social) usa l’account della moglie per commentare l’intervista a Vendola

Laggente contro Vendola

Oggi Repubblica ha pubblicato un’intervista a Nichi Vendola che nel frattempo è emigrato in Canada assieme al marito e al figlio. In Italia, anche con l’approvazione della Cirinnà, per diventare legalmente padre di Tobia Vendola avrebbe dovuto rivolgersi al tribunale dei minori. In Italia, infatti, non è stata prevista l’introduzione dell’adozione del figlio del partner per le coppie omosessuali (la cosiddetta stepchild adoption o adozione coparentale). Si può valutare se dal punto di vista politico la scelta di Vendola sia opportuna o meno, c’è chi avrebbe preferito che il leader di SEL fosse rimasto in Italia a lottare per i diritti delle persone omosessuali. Il che è come accusare chi va all’estero per trovare un lavoro migliore di non rimanere a lottare per i lavoratori italiani. In nome dell’interesse del bambino – quello che a parole sta tanto a cuore ai vari Family Dayers – Vendola e il marito hanno deciso di emigrare e trasferirsi nel paese natale di Testa. Una scelta che però non è andata giù a molti dei commentatori che hanno sfoderato il solito repertorio di accuse e insulti.

vendola figlio ed testa - 7

Sono spuntati quindi fuori tutti quei difensori della maternità come valore fondante della società che evidentemente fanno fatica a comprendere come a volte accada che un bambino riesca a crescere senza madre (o senza padre).

vendola figlio ed testa - 4

Gente che non legge nemmeno l’articolo prima di commentare e corre a dire che Vendola non può essere padre di Tobia perché non è suo figlio. Ora, a parte il fatto che può benissimo esserlo, come lo sono e lo sono stati tanti genitori adottivi eterosessuali attualmente Vendola è il tutore di Tobia anche se fra un po’ ne chiederà l’adozione.

Il tema dell’adozione è uno dei nodi caldi della discussione tra coloro che scoprono ora l’esistenza di un mondo fuori dalla porta del tinello. A costoro, che si chiedono scandalizzati perché Vendola non ha adottato uno dei tanti bambini orfani che ci sono in Italia (o nel Mondo!1) rubiamo qualche istante per ricordare che ad oggi gli omosessuali in Italia non possono adottare dei figli. Se avete tanto a cuore la questione delle adozioni e degli affidi familiari e soprattutto la sorte dei bambini e dei ragazzi orfani allora battetevi affinché venga discussa e approvata una legge che lo consenta.

vendola figlio ed testa - 1

C’è infine il vasto e profondo filone di coloro che si scoprono improvvisamente “comunisti” e rinfacciano a Vendola di essersi comprato un figlio perché è ricco. Ricchezza che diventa un’aggravante perché ottenuta “illecitamente” visto che per molti italiani chi fa politica di professione (il che l’ultima volta che ho controllato era legale) allora sta rubando i soldi alla ggente. Fa sorridere che nel 2016 ci siano parecchie persone che scoprono che chi è ricco può fare molte più cose di chi è povero. Chissà come mai le stese accuse non vengono mai mosse alle coppie etero che hanno un figlio grazie alla fecondazione eterologa (credete che sia gratis?) oppure a tutti coloro che – avendo più soldi – possono banalmente permettersi cure in costose cliniche private (o anche solo pagare la visita privata dallo specialista saltando le code infinite). Giusto ieri eravamo tutti sinceramente contenti per la riuscita dell’intervento al cuore di Silvio Berlusconi, che si è fatto operare al San Raffaele, non al policlinico universitario.

vendola figlio ed testa - 8

E a proposito di cose accadute nei giorni scorsi molti hanno solidarizzato con le vittime della strage di Orlando e con la comunità LGBT. Ma evidentemente era una solidarietà pelosa, visto che il killer faceva parte di un’altra minoranza, ancora più odiata. A tal proposito ecco uno scontro tra titani della dialettica.

vendola figlio ed testa - 11

Giovanni Drogo

Lascia un commento