La macchina del funky

Perché il MoVimento 5 Stelle torna a crescere nei sondaggi

Niente spostamenti significativi, ma una robusta crescita del MoVimento 5 Stelle nei sondaggi d’opinione sul voto. Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera analizza i risultati della sua ultima ricerca e li confronta con quelli di fine gennaio e fine febbraio. I numeri sottolineano dati politici importanti: il Partito Democratico rimane saldamente in testa nelle intenzioni di voto, ma perde un significativo 1,1% rispetto a febbraio 2015, quando era in crescita rispetto a gennaio. All’opposto, il MoVimento 5 Stelle guadagna 1,5 punti percentuali rispetto a febbraio e 0,4 punti rispetto a gennaio, risultando l’unico partito in crescita così significativa. Da sottolineare che la Lega Nord diventa il terzo partito, ma non grazie all’aumento dei voti ma al crollo di Forza Italia, che perde 0,8 punti percentuali in due mesi e lo sbando del partito già molto visibile in occasione delle candidature per le regionali non promette nulla di buono per Berlusconi.

sondaggi movimento 5 stelle
I risultati dei sondaggi di Pagnoncelli pubblicati sul Corriere della Sera (5 aprile 2015)

Perché il MoVimento 5 Stelle torna a crescere nei sondaggi? La motivazione non può essere che una: le inchieste sulla politica. Già i grillini avevano registrato una robusta crescita in campagna elettorale quando erano scoppiati gli scandali sui rimborsi alle regioni; oggi, l’elettorato è spinto verso i 5 Stelle soprattutto a causa delle nuove inchieste su coop rosse, finanziamenti ai politici e regalini elettorali che a partire da Mafia Capitale per finire (per adesso) all’inchiesta di Ischia hanno colpito soprattutto il Partito Democratico.