Cultura e scienze

Perché dare acqua nel modo sbagliato ai koala potrebbe ucciderli

neXt quotidiano|

acqua koala

In questi giorni di incendi in Australia abbiamo ammirato i video delle persone che hanno soccorso i koala in difficoltà porgendogli bottigliette di acqua per farli bere. C’è però un problema che ha spiegato su Facebook Animal Wildlife Shelter, un rifugio per la fauna selvatica che accoglie volpi, altri animali selvatici e per l’appunto anche koala e che si trova in Australia.

Il koala in natura ovviamente non bene dalle bottigliette; ma soprattutto, nella situazione di emergenza e di stress in cui si trovano questi animali, che di solito arrivano già indeboliti e disidratati dai loro “salvatori”, essi ricevono dell’acqua in gola, che rischia di precipitare nei loro polmoni e causare una polmonite mortale. Secondo Animalia Wildlife questo è ciò che è successo a Arnie, un koala in difficoltà che è stato alimentato con acqua in bottiglia e poi è morto per polmonite da aspirazione. I koala di solito non bevono acqua poiché ottengono la maggior parte del loro sostentamento dalle foglie di eucalipto. Ma quando lo fanno, dovrebbero trovarsi a faccia in giù e lambire piccole quantità con la lingua. Per questo, spiega l’associazione, il metodo migliore è riempire un contenitore – un elmetto, una ciotola, qualsiasi cosa – con acqua e posizionarlo a terra o sotto la bocca, lasciando così l’animale a bere in un modo che non è pericoloso per la sua salute.

Leggi anche: I negazionisti del clima e la storia dei post di Greta Thunberg che non sono “di Greta Thunberg”