La macchina del funky

Patrizia Cadau: la grillina con la pistola

patrizia cadau oristano

Si chiama Patrizia Cadau, è candidata sindaca con il MoVimento 5 Stelle a Oristano e di lei rimane impressa soprattutto la foto che la ritrae con una pistola e il soprannome La Colt che troneggia sul suo profilo Facebook privato. Ha vinto con 31 preferenze espresse via blog contro le 28 raccolte dalla sfidante Lucia Tomasi; un piccolo dettaglio che vale la pena di sottolineare: la votazione è stata indetta con un preavviso di 24 ore, come vogliono le regole dei 5 Stelle e a differenza di quanto fatto in tutte le altre comunarie del 2017. Annalisa Cuzzocrea su Repubblica oggi tratteggia così La Colt:

Quarantaquattro anni, ligure di nascita, ma con radici sarde, laureata a Genova in psicopedagogia, in rete si trovano suoi racconti, poesie, un romanzo dal titolo “L’amore che ti sceglie”, uno scritto erotico e post in cui si mette nei panni di donne uccise dai loro compagni. Molte foto, anche, ma a un quotidiano on line che ieri ne ha pubblicata una in costume da bagno Cadau ha replicato subito via Facebook: «Succede che un giornale dia la notizia di una donna che si candida a sindaco per la sua città. Vado a vedere l’articolo, e vedo un testo che ammicca a soprannomi piccanti, bum bum, hard boiled anni 40, sensuale. Con 6 immagini a corredo». La sentenza, corredata da hashtag, è subito «#sessismo #disuguaglianzadigenere #macchinadelfango». A riprova del fatto che la colt del soprannome, come ha detto lei stessa, è riferita al rapporto col linguaggio: «Con quello sparo e colpisco».

patrizia cadau oristano 1
In ogni minibiografia presente in rete si descrive come «campionessa olimpica di tornei di Burlesque indossando pigiami di flanella». Come amministratice si vedrà, di certo come personaggio ha già fatto colpo.
EDIT: Patrizia Cadau all’AGI precisa, a proposito della foto:

“Una foto realizzata da un’agenzia in occasione della recensione su alcune testate del Gruppo Rcs di un mio romanzo pubblicato nel 2012”, racconta l’esponente M5S, che potrebbe essere la prima candidata a sindaco di Oristano del Movimento. “La pistola e’ finta e quella foto e’ nata dall’appellativo di Colt affibbiatomi da una giornalista per la battuta facile ed efficace che ho come blogger quando pubblico i miei post. Ed e’ per questo che e’ rimasto il nomignolo ‘La Colt’. Mi dispiace, pero’, che non si parli di tutto il resto. Del mio impegno sui temi delle donne che ho affrontato anche con una rubrica sul quotidiano L’Unione Sarda, del mio lavoro nelle carceri con le comunita’ terapeutiche per le quali ho lavorato. Non mi va di passare per una velina, solo perche’ qualche giornale pubblica anche una mia foto in bikini”. Laurea in scienze dell’educazione, 45 anni, nata a Cairo Montenotte, ma originaria di Oristano dov’e’ rientrata da alcuni anni, Cadau gia’ nelle scorse settimane aveva fatto discutere con un suo post in cui aveva parlato di mafia, criticando l’operato degli amministratori locali. Polemiche che ora lasciano il posto all’immagine della donna con la pistola in pugno. “Noi comunque andiamo avanti, continuiamo a lavorare perche’ c’e’ ancora parecchio da fare per presentare la lista”, aggiunge l’esponente pentastellata. Una lista con 22 nomi gia’ inviata nelle scorse settimane allo staff del Movimento 5 Stelle. Di questi 22 nomi, otto sono quelli di donne e c’e’ anche qualche candidato con precedenti esperienze amministrative. Tutti in attesa del via libera dello staff M5S.