Politica

Ora anche il Parlamento europeo ha paura: "L'Ue prepari una risposta in caso di attacco nucleare russo"

Asia Buconi|

parlamento europeo

Adesso che sta perdendo progressivamente terreno in Ucraina, la Russia comincia a mandare segnali di una possibile escalation nucleare. E ad allarmarsi, per la prima volta, è anche l’Unione Europea. Proprio oggi, infatti, l’Eurocamera ha chiesto all’Ue di preparare una risposta in caso di attacco nucleare. Questo è stato, in definitiva, il contenuto della relazione approvata dal Parlamento europeo con 504 voti a favore, 26 contrari e 36 astensioni. Tra le altre cose, con tale relazione il Parlamento Ue ha pure richiesto di aumentare l’assistenza militare a Kiev e di istituire un tribunale internazionale ad hoc per i crimini contro l’Ucraina, oltre ad aver ribadito la condanna al referendum farsa di Putin nel Donbass e alle minacce nucleari della Russia.

Gli eurodeputati hanno esortato tutti i Paesi membri a sostenere l’Ucraina, compresi quelli “esitanti” a fornire equipaggiamenti militari. “Le recenti minacce russe di usare armi nucleari sono irresponsabili e pericolose”, si legge nella relazione. Per questo motivo, il Parlamento europeo ha chiesto appunto di preparare una “risposta rapida e decisiva nel caso in cui la Russia dovesse condurre un attacco nucleare contro l’Ucraina”. Nella risoluzione, l’Ue ha invitato ad offrire maggiore sostegno ai Paesi che più sono alle prese con l’afflusso di cittadini russi, ovvero “Georgia, Kazakhstan, Armenia e Kirghizistan”. Infine, il testo approvato a Strasburgo ha sottolineato come gli attacchi a Nord Stream dimostrino la pericolosità di “una politica di crescente dipendenza dai combustibili fossili russi e un uso dell’energia come arma”.

Parlamento europeo contro escalation nucleare, gli esperti: “Russia vuole l’Occidente fuori dal conflitto”. Mosca: “Vogliamo evitare guerra nucleare”

Secondo il professor Andrew Futter, esperto di armi nucleari dell’università di Leicester, citato dal Times in un articolo sull’escalation nucleare russa, sia i movimenti del sottomarino russo K-329 Belgorod, che potrebbe testare il super siluro nucleare Poseidon, sia quelli del treno associato alla divisione armata nucleare segreta del Ministero della Difesa russo potrebbero essere un avvertimento all’Occidente perché si tenga fuori dal conflitto. Per James Rogers, capo delle ricerche al Council on Geostrategy, non si può invece escludere un attacco nucleare sull’avanzata ucraina per quanto possa apparire improbabile. Nonostante ciò, la Russia sarebbe ”totalmente impegnata” a evitare che venga combattuta una guerra nucleare: lo ha detto oggi la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova nel corso di una conferenza stampa, sottolineando come la posizione di Mosca in merito non sia cambiata.