Fatti

Alla fine, quanti (e quali) parlamentari hanno disertato il discorso di Zelensky?

Diverse assenze oggi alla Camera durante il discorso di Zelensky: chi sono i parlamentari che hanno disertato le parole del presidente ucraino?

laura granato emanuele dessì gianluigi paragone simone pillon volodymyr zelensky discorso camera

Non solo Simone Pillon: in totale sono poco più che una ventina il parlamentari che oggi hanno disertato il discorso del presidente ucraino Volodymyr Zelensky alle Camere. Assenti in blocco gli ex M5S del gruppo Alternativa, fuoriusciti dal partito dopo la fiducia votata al governo Draghi. Per il gruppo l’occasione “non cambia di una virgola” lo stato delle cose: “Si tratta solo e soltanto un’operazione di marketing – fanno sapere – che non servirà a far cessare le ostilità e non avrà alcuna utilità per la parte offesa. In particolare “essere solidali nei confronti di uno stato sovrano che è stato aggredito con un’azione militare da tutti noi già ampiamente condannata, non significa dover assecondare una propaganda mirata ad alzare il tiro su richieste incessanti di interventi bellici come la no-fly zone o l’invio di truppe che comporterebbero per l’Italia e l’Europa l’ingresso ufficiale in un conflitto mondiale”. A loro si aggiunge il presidente della commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra, che aveva comunicato che sarebbe stato “fuori per lavoro”.

Alla fine, quanti (e quali) parlamentari hanno disertato il discorso di Zelensky?

Non c’era nemmeno Emanuele Dessì, ora nel Partito Comunista. Idem Gianluigi Paragone, fondatore di Italexit, e Bianca Laura Granato del Misto, che ieri aveva parlato della guerra in Ucraina come di “una importante battaglia che Putin sta combattendo non solo per la Russia ma per tutti noi”. Andrea Cecconi di “FacciamoEco” ha deciso di non ascoltare il presidente ucraino. Del Movimento 5 Stelle mancavano la deputata Enrica Segneri, Davide Serritella (“per altri impegni fissati da tempo”) e Vincenzo Presutto. Quest’ultimo ha spiegato di essere “favorevole” all’intervento di Zelensky, ma di non poter partecipare per questioni organizzative. In Forza Italia assenti Veronica Giannone e Matteo Dall’Osso per “posizioni personali”. Un deputato forzista ha esposto sul suo banco la bandiera ucraina e Julia Utenberg (presidente del gruppo per le Autonomie) e la senatrice di Fdi Isabella Rauti si sono presentate indossando una giacca gialla e pantaloni blu, i colori della bandiera dell’Ucraina.