Opinioni

Paola Taverna e l'ideona di posticipare le Olimpiadi

“Il M5S ha ben chiare quali sono le priorità per Roma, che sta soffrendo e non è pronta ad ospitare le Olimpiadi. Noi abbiamo detto che si può fare un referendum e ascoltare la popolazione. Io personalmente posticiperei le Olimpiadi e le farei solo dopo aver risollevato Roma, risolvendo i problemi quotidiani”: lo ha detto Paola Taverna, senatrice del MoVimento 5 Stelle, a Radio Cusano Campus ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia. Si capisce che la Taverna intende di posticipare la candidatura, ma la frase ha scatenato in ogni caso dileggio elettorale.

Paola Taverna e l’ideona di posticipare le Olimpiadi

«Adesso chiamo il Cio e chiedo se si possono fare nel 2047. P.S. Però le elezioni, no eh!», scrive su Twitter Roberto Giachetti. “Paola Taverna ha confuso il Comitato Olimpico Internazionali per ‘Scherzi a parte’. E’ in questo modo ridicolo che il M5S con Virginia Raggi intende affrontare il tema delle Olimpiadi a Roma? Attendiamo che i Cinque Stelle depositino la proposta di posticiparle!”, ha detto invece il senatore Francesco Scalia (PD). “Taverna vorrebbe posticipare le Olimpiadi. Ideona! E magari potremmo spostare il Colosseo per rendere più fluido il traffico”, scrive sempre su Twitter il senatore Pd Stefano Esposito, con l’hashtag “#giochiamopoi”. Mentre la senatrice Monica Cirinnà commenta, sempre in un tweet: “Ma 8 anni, da qui a 2024 non vi bastano? Non avete le soluzioni pronte per Roma?”. In questo caso l’hashtag è “#rischioparalisi”. “Immagino le facce dei funzionari del Cio quando i Cinque Stelle formalizzeranno la richiesta di posticipare le Olimpiadi a Roma”, afferma infine Ernesto Carbone della segreteria del Partito democratico. “Ma – aggiunge – in che mondo vive la senatrice Taverna? Ma lo sa che i Giochi del 2024 non sono stati ancora assegnati? Ha una minima idea di quante energie e competenze servono per presentare una candidatura olimpica? Pensa davvero che sia possibile saltare un turno e ripresentarsi per il 2028 o il 2032? L`ho già detto e lo confermo: questi non sono in grado di amministrare neanche un condominio. Altro che Campidoglio”, conclude.
paola taverna