Opinioni

Paola Martini: la vicedirettrice di Rai Ragazzi è morta cadendo dal terzo piano degli uffici RAI

paola martini

Paola Martini, vicedirettrice di Rai Ragazzi, è morta ieri cadendo dal terzo piano degli uffici Rai di vicolo del Campanile a Borgo Pio. Secondo le prime indagini la donna si sarebbe buttata. La Martini, cinquantenne con due figli, era arrivata a Rai Ragazzi sostenuta da Matteo Orfini, all’epoca presidente del Partito Democratico. Il Fatto raccontava che era stata anche segretaria del circolo Pd (già Ds) di viale Mazzini.
paola martini
Nel 2013 a buttarsi da quel palazzo fu Paolo Petruccioli, vicedirettore del TG Regionale della RAI, a gettarsi di sotto. Paola Martini si occupava di Rai Gulp dopo aver seguito per anni il personale a Radio Rai. L’allarme è scattato alle 16.40, quando la dirigente Rai è stata ritrovata a terra sull’asfalto. Al momento l’ipotesi più accreditata è quella di un suicidio, anche se non si escludono altre piste. Secondo quanto riferito dalla polizia, scrive Roma Today, la sorella avrebbe raccontato che la 51enne stava attraversando un periodo difficile, fatto questo che andrebbe ad avvalorare l’ipotesi del gesto estremo. Il cordoglio di Orfini su Facebook:
paola martini orfini

Oggi se ne è andata Paola Martini. Ha deciso di andarsene, con uno di quei gesti tremendi e incomprensibili per noi che restiamo. Paola era una dirigente Rai. Amava la sua azienda e le dedicava tanta parte della sua vita. Ed era una militante del nostro partito. La conobbi tanti anni fa, alla sezione Mazzini. Abbiamo fatto insieme centinaia di riunioni, incontri. Tante battaglie. Abbiamo riso e scherzato per anni, ci siamo presi in giro ogni volta, sorridendo del nostro (finto) cinismo. Mi raccontava dei suoi figli amatissimi, perché Paola era anche e soprattutto una mamma orgogliosa. Ed era un’amica. Non so cosa sia successo nella sua testa, perché abbia deciso così. So solo che non rivedremo più quei bellissimi occhi e quel sorriso.
Ciao Paola, perdonaci.
Per non avere capito.